lunedì,Giugno 17 2024

Roccella, i giovani alfieri del lavoro: «Il nostro speciale rapporto con Andrea»

Gli studenti dell'Itis "Maiorana" raccontano la loro esperienza dopo il riconoscimento conferito da Mattarella

Roccella, i giovani alfieri del lavoro: «Il nostro speciale rapporto con Andrea»

Una bella storia di amicizia e solidarietà nata tra i banchi di scuola. Una storia che ha come protagonista Andrea, un ragazzo autistico che frequenta la III°A dell’istituto Industriale di Roccella Jonica giunta al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha voluto riconoscere l’impegno dei ragazzi roccellesi conferendo loro il prestigioso riconoscimento di Alfieri della Repubblica. Nei confronti di Andrea, l’amicizia e l’impegno della classe hanno reso possibile un originale percorso di integrazione. Ognuno dei ragazzi ha messo a disposizione le proprie qualità migliori, riuscendo a entrare nel mondo dell’amico, a conquistare la sua fiducia, a renderlo uno studente coinvolto e disponibile a esplorare ambienti nuovi.

«Siamo riusciti a far integrare Andrea nella classe in un modo fantastico – raccontano Lorenzo e Alessandro, due compagni di scuola – includendolo in qualsiasi nostra attività. Tutto questo non solo tra le mura scolastiche, perché la nostra amicizia è andata anche oltre. Non siamo stati noi ad insegnare qualcosa a lui, è stato soprattutto lui ad insegnare qualcosa a noi».

Al tempo stesso, il legame ha consentito ai ragazzi di conoscere meglio se stessi: così l’inclusione si è trasformata in un percorso di condivisione e di crescita collettiva. «Ho da subito pensato che questi ragazzi meritassero un riconoscimento – spiega la docente di sostegno Filomena Ursino – da qui l’idea di proporre la loro candidatura. E’ stato meraviglioso vedere come non si siano risparmiati, nonché constatare i progressi quotidiani di Andrea, confermati giorno dopo giorno».

top