martedì,Ottobre 27 2020

Oggi Antonio Megalizzi avrebbe compiuto 31 anni. Il reporter reggino appassionato dell’Europa

Il giovane ucciso in un attentato a Strasburgo nel 2018 mentre passeggiava con due amiche al mercatino di Natale

Oggi Antonio Megalizzi avrebbe compiuto 31 anni. Il reporter reggino appassionato dell’Europa

Oggi Antonio Megalizzi, il reporter di origini reggine barbaramente ucciso nell’attentato dell’11 dicembre a Strasburgo, avrebbe compiuto 31 anni. Appassionato dell’Europa con il sogno del giornalismo, è morto dopo tre giorni da quella drammatica sera in cui, passeggiando con due amiche al mercatino di Natale, ha incrociato lo sguardo e la pistola di Chérif Chekatt, un ragazzo più o meno della sua stessa età, ma con l’inferno dentro.

Per Antonio, colpito alla testa, da subito ci sono state poche speranze: ‘Condizioni irreversibili e inoperabili’, era stata la sentenza pronunciata dai medici alla famiglia. Che è rimasta accanto a lui fino alle fine, con la mamma disperata che, dall’inizio, ha capito: ‘Me l’hanno portato via‘. E a soli 29 anni è passato dal coma alla morte.

Antonio è stato descritto dagli amici come un europeista convinto, una persona brillante, determinata, ma anche rispettosa delle differenze. Che fosse un ragazzo apprezzato lo si capisce da tante piccole cose accadute in quei giorni drammatici: dai tanti messaggi sul suo profilo Facebook alla lettera che gli amici hanno attaccato al muro sotto la sua casa a Trento, dove il giovane viveva assieme al papà Domenico, alla mamma Annamaria e alla sorella più piccola, Federica.