martedì,Dicembre 1 2020

San Luca, lo sfogo del sindaco: «Abbandonati dalle istituzioni»

Il primo cittadino, eletto un anno fa, scrive alla governatrice Santelli: «Pronto ad azioni clamorose»

San Luca, lo sfogo del sindaco: «Abbandonati dalle istituzioni»

E’ amareggiato Bruno Bartolo. A un anno dalla sua elezione a sindaco di San Luca ha sentito la necessità di scrivere una lunga lettera alla governatrice Jole Santelli per condividere con lei le difficoltà che si è trovato ad affrontare nella gestione dei problemi che affliggono la comunità sanluchese. Il primo cittadino, dopo un’iniziale approccio positivo, sente venir meno il sostegno delle istituzioni. La strada di Polsi è una questione annosa. Nonostante il finanziamento di venti milioni di euro nulla si conosce circa la tempistica dei lavori di manutenzione dei percorsi che conducono al Santuario. Ma non solo. Altra ambizione è quella di riconoscere e valorizzare le opere dello scrittore sanluchese Corrado Alvaro non solo in ambito italiano ma anche europeo. Da circa un anno la Comunità di San Luca attende concreti segnali di sostegno. Bartolo insomma si sente solo e l’indifferenza delle istituzioni non contribuisce al riscatto da quei luoghi comuni che, per troppo tempo, hanno considerato San Luca come il centro della malavita e del malaffare.

«Sono sempre stato convinto che – afferma il primo cittadinol’impegno congiunto sia fondamentale per raggiungere buoni obiettivi al fine di valorizzare le straordinarie peculiarità della mia comunità e del territorio sanluchese. Nell’esprimere le più vive preoccupazioni circa la grave difficoltà di far fronte pur con tutti gli sforzi possibili alle criticità – non posso fare a meno di evidenziare che di fronte alle impossibilità di dare qualsiasi tipo di risposta ai cittadini, mi vedrò costretto ad intraprendere azioni clamorose, come segnale della assoluta indifferenza di tutte quelle Istituzioni che, un anno orsono, avevano promesso sostegno all’Ente che oggi guido».