lunedì,Novembre 23 2020

Emergenza rifiuti a Reggio, cittadini esasperati si preparano alla protesta

Nasce il comitato di quartiere Viale Calabria-Via Palmi: «Icittadini sono costretti a sbarrare porte e finestre per cercare di limitare questi effetti devastanti a livello sanitario. Mercoledì protesteremo»

Emergenza rifiuti a Reggio, cittadini esasperati si preparano alla protesta

Alcuni cittadini ormai stanchi dell’assenza e del silenzio delle istituzioni alle quali si erano appellate, al comune di Reggio Calabria, città metropolitana e Prefettura, oggi hanno deciso di costituirsi in comitato di quartiere per «far valere i propri diritti che fino ad oggi sono stati calpestati e umiliati dall’azienda AVR, che anziché raccogliere i rifiuti in modo efficiente e corretto, ha ritenuto opportuno creare una discarica davanti al centro abitato del nostro popoloso quartiere installando in modo semi-permanente, dalle 5 mattina fino a tarda notte (alcune volte anche le 2 oltre la mezzanotte), dei compattatori-concentratori di rifiuti».

Per il Comitato di quartiere Viale Calabria-Via Palmi Giandomenico Posillipo: « Tali compattatori-concentratori oltre ad esalare un fetore insopportabile, esalano anche gas tossici di scarico del motore diesel con il quale è alimentato per poter funzionare. La conseguenza di tutto ciò è che i cittadini sono costretti a sbarrare porte e finestre per cercare di limitare questi effetti devastanti a livello sanitario (topi, mosche e zanzare, insetti vari e sconosciuti prima d’ora) e psicologico per via del frastuono insopportabile di tale macchinario dovuto al via vai di camion e furgoni che fanno la spola tra i luoghi di raccolta porta a porta e questi “mostri”.

Riteniamo che tutto ciò sia inconcepibile e degno delle peggiori bidonville di quartiere da 4° mondo, è la cosa più fa arrabbiare che tutto ciò avvenga con la complicità delle istituzioni che ci dovrebbero tutelare. Pertanto è indetta un’azione di protesta civile e non violenta per venerdì 24 luglio alle 9 sul Viale Calabria tra via Botteghelle e Via Itria.

Chiediamo: L’immediata rimozione e spostamento fuori dai centri abitati dei compattatori. La pulizia e igienizzazione della zona in oggetto Viale Calabria e Via Palmi. Un incontro con le autorità cittadine perché si impegnino ad adottare immediatamente la riqualificazione e decoro del nostro quartiere. I controlli necessari per far cessare la micro-discarica creatasi grazie all’inefficienza della raccolta rifiuti».