mercoledì,Dicembre 2 2020

Calabria zona rossa, proteste anche a Locri. Bloccata la statale 106

In piazza i commercianti e gli attivisti del comitato pro-ospedale. Calabrese: «Non dobbiamo morire di Covid, nè di fame»

Calabria zona rossa, proteste anche a Locri. Bloccata la statale 106

Anche a Locri, come in altre cittadine calabresi, commercianti e imprenditori sono scesi in piazza per protestare contro il lockdown dichiarato dal Governo che scatterà domani in tutta la regione. I manifestanti hanno bloccato per qualche minuto la statale 106, indignati per una scelta definita sbagliata e penalizzante per il territorio. Presente in piazza dei Martiri anche il sindaco Giovanni Calabrese.

«Il mio pensiero sul disastro nella sanità è noto a tutti – ha espresso il primo cittadino- condivido quindi la preoccupazione e il disagio dei locresi. Non dobbiamo morire di Covid, nè di fame». In piazza anche gli attivisti del comitato “Difendiamo l’ospedale”. «La chiusura è arrivata per lo stato in cui versa la sanità calabrese – ha detto il presidente Bruna Filippone – non è un problema solo dell’ospedale di Locri. Si tratta di una chiusura giustificata, ma i cittadini non hanno nessuna colpa».