sabato,Gennaio 16 2021

Polistena, intimidazione alla sede Anpi. La condanna di Zema

Il messaggio del presidente reggino: «Colpiti i sentimenti democratici e antifascisti»

Polistena, intimidazione alla sede Anpi. La condanna di Zema

L’Anpi di Reggio Calabria esprime la più sincera solidarietà agli iscritti della sezione di Polistena e al suo presidente. «Personalmente – afferma il presidente Antonio Zema – manifesto la mia più profonda indignazione per il vile gesto vandalico che ha devastato la sede della nostra associazione di Polistena».

«La sede, inaugurata poco tempo fa, è un bene confiscato alla mafia. Questi criminali devastando la sede ANPI, colpiscono i sani sentimenti democratici e antifascisti radicati profondamente nella coscienza del popolo di Polistena. Sono atti vili che mortificano un’intera comunità.
Davanti a questi atti di violenza gratuita, chiamiamo a raccolta tutti i sinceri democratici a stringersi attorno ai compagni dell’Anpi di Polistena e del suo presidente Rino Tripodi».

«La violenza criminale e la sopraffazione a Polistena non passeranno. La città saprà rispondere con compostezza ma con determinazione alla provocazione di stampo mafioso».