giovedì,Aprile 15 2021

Il Corecom Calabria aderisce al manifesto della comunicazione non ostile

Il progetto ridefinisce lo stile con cui si sta sul web e responsabilizza gli utenti a scegliere con cura le parole da usare, visto che i social network rappresentano luoghi virtuali in cui tuttavia si incontrano persone reali

Il Corecom Calabria aderisce al manifesto della comunicazione non ostile

Prosegue l’attività del Corecom Calabria tesa a diffondere, soprattutto nella popolazione in età scolare, un approccio consapevole alle nuove tecnologie digitali, al web, ai social media. Dopo la stipula di una lettera d’intenti, un nuovo passo nel rapporto di collaborazione instaurato con l’associazione “Parole O_Stili” è stato compiuto con l’adesione formale al Manifesto della Comunicazione Non Ostile. L’associazione, con sede a Trieste, opera in campo nazionale ormai da anni, e ha elaborato un progetto per ridefinire lo stile con cui si sta sul web e per responsabilizzare gli utenti a scegliere con cura le parole, partendo dal presupposto che in particolare i social network rappresentano, luoghi virtuali in cui tuttavia si incontrano persone reali.

Il Manifesto della Comunicazione Non Ostile, il cui primo principio recita: «Virtuale è reale – Dico e scrivo in rete solo cose che ho il coraggio di dire di persona», promosso dall’associazione, è il frutto di un lavoro di partecipazione collettiva cui hanno contribuito esperti della comunicazione, del marketing, del giornalismo, nonché utenti e appassionati del web. Il Corecom Calabria, dal canto suo, in linea con i desiderata dell’Agcom, ha da tempo intrapreso azioni finalizzate ad ampliare lo spettro del suo intervento da quelli tradizionali ai nuovi media e alle nuove tecnologie digitali.

Il loro utilizzo, diffusosi capillarmente anche per l’avvento della pandemia, è certamente segnato da aspetti positivi in tanti campi, ma anche da rischi e pericoli che vanno messi in luce specialmente presso le giovani generazioni. La significativa scelta del Corecom Calabria sarà celebrata nel corso di un evento, previsto per il 20 aprile, con diretta streaming, programmato in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e l’associazione Parole O_Stili per presentare l’opera “Virtuale è reale”, scritta da Giovanni Grandi, professore di Filosofia morale presso l’Università di Trieste e membro dell’associazione, nella quale vengono sviluppati e approfonditi i concetti contenuti nel Manifesto.

top