venerdì,Maggio 14 2021

L’appello dell’Ancadic a Falcomatà: «Ripristinare la strada comunale Carbone»

L’arteria, che da Oliveto di Reggio Calabria conduceva a Paterriti, in direzione Pellaro, è ormai franata da anni e i proprietari terrieri della zona non possono più raggiungere i loro terreni

L’appello dell’Ancadic a Falcomatà: «Ripristinare la strada comunale Carbone»

Un appello al sindaco della Città metropolitana Giuseppe Falcomatà, affinché avvii i lavori per il ripristino della strada comunale denominata Carbone che, da Oliveto di Reggio Calabria portava a Paterriti, nella direzione verso Pellaro, in adiacenza ai depuratori di Paterriti, franata ormai da anni, viene rivolto da Vincenzo Crea, referente unico dell’Ancadic. «I numerosi proprietari di terreni sottostanti – afferma Crea – per accedere ad essi sono costretti a passare attraverso un terreno di proprietà privata per superare la frana stessa.

Il proprietario di detto terreno ha più volte invitato le persone a non passare per la sua proprietà, ma questi ultimi non avendo altra possibilità sono costretti a passare abusivamente. Nel caso in cui il proprietario decidesse di chiudere, vien da sé che questi proprietari non avrebbero più la possibilità di raggiungere i propri terreni coltivati per lo più a ulivo e mandorlo. Questi alberi sono coltivati a ulivo sono un numero elevato non meno di trecento. Qualche proprietario ha sul posto una casa regolarmente registrata ed è impossibilitato ad accedervi. Pertanto la invitiamo a voler prendere provvedimenti adeguati e ripristinare con solerzia la vecchia strada Carbone».

top