domenica,Giugno 20 2021

2 Giugno, il prefetto Mariani: «Tocca a noi garantire condizioni del vivere civile»|GALLERY

Festa della Repubblica: nel corso della cerimonia la consegna delle onorificenze e di una medaglia alla memoria per Carmine Ferraro, deportato in un lager nazista

2 Giugno, il prefetto Mariani: «Tocca a noi garantire condizioni del vivere civile»|GALLERY

La festa della Repubblica celebrata, per il secondo anno consecutivo in maniera inusuale per l’emergenza covid anche a Reggio Calabria. La giornata di celebrazioni per il 75° anniversario della proclamazione della Repubblica è iniziata stamattina alle 8 con la cerimonia dell’Alza Bandiera al Monumento ai Caduti, sul Corso Vittorio Emanuele III. Poco più tardi, davanti alle autorità civili e militari intervenute invece la benedizione e deposizione della corona d’alloro.

Alle 10 il cerimoniale si è spostato nello spazio antistante il Palazzo del Governo, a piazza Italia per la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica a cura del prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani.

Nel suo discorso il prefetto reggino ha rimarcato la «Celebrazione in sobrietà – per la quale è stata scelta piazza Italia, centro istituzionale della città». Ma rispetto allo scorso anno «Possiamo guardare con fiducia al futuro: i dati ci parlano di 35 milioni di soggetti vaccinati, a fronte di una diminuzione di casi e di ricoveri in ospedale nelle terapie intensive».

Quello che non si può dimenticare è invece la lezione della pandemia che – chiarisce Mariani «ci ha messo di fronte alle nostre fragilità di essere umani. Nessuno di noi avrebbe potuto immaginare una simile sfida e qualcosa che credevamo consegnato ai libri di storia. Da fragili abbiamo riscoperto i valori che ci richiamano all’essenza del nostro stare insieme». Tornando poi all’emergenza sanitaria il prefetto ha ringraziato «gli uomini e le donne che hanno compiuto lo sforzo per uscire dalla pandemia.

Come dice il presidente Mattarella è importante il lavoro in sinergia.  Tocca a noi garantire condizioni del vivere civile. Dopo l’uscita dall’emergenza anche Reggio dovrà cogliere le prospettive dei fondi nazionali del Recovery per rinascere».

È iniziata poi la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e di una medaglia d’onore alla memoria di un cittadino italiano, Carmine Ferraro, deportato in un lager nazista nella Seconda Guerra Mondiale (in foto il prefetto Mariani con il figlio di Ferraro).

top