mercoledì,Giugno 16 2021

Scilla, dopo la frane a Tremusa Melia si rompe la condotta: acqua non potabile

Di ieri l’avviso del sindaco Ciccone a non utilizzare l’acqua. La distruzione della strada ha provocato danni alla rete idrica dell'acquedotto comunale collocato in prossimità di via Tremusa

Scilla, dopo la frane a Tremusa Melia si rompe la condotta: acqua non potabile

Maltempo, frane e disagi sulla potabilità dell’acqua. Una catena che ha colpito Tremusa Melia di Scilla e la cittadina capoluogo tirrenico. Andando con ordine sono state le piogge dei giorni scorsi a provocare una terribile frana, in un luogo in cui la strada era già dissestata.

Manto stradale danneggiato, colpite anche le zone coltivate e i proprietari non possono raggiunger ei loro terreni. Ma non solo. La distruzione della strada ha provocato danni alla rete idrica dell’acquedotto comunale collocato in prossimità di via Tremusa. Da qui l’avviso diramato dal sindaco di Scilla, Pasquale Ciccone sulla non potabilità dell’acqua. Il sindaco ha scritto infatti «Si avvisano i cittadini di non bere o utilizzare l’acqua corrente per uso alimentare perché causa di un guasto nella conduttura idrica l’acqua non è pulita. L’amministrazione e la Sorical si stanno attivando per risolvere il problema».

top