lunedì,Gennaio 17 2022

Villa San Giovanni, bancomat inaccessibile: disabile costretto a delegare per il prelievo di contanti

La denuncia di Domenico Trombetta, persona costretta sulla carrozzina elettrica che non può accedere alla banca per colpa di un gradino

Villa San Giovanni, bancomat inaccessibile: disabile costretto a delegare per il prelievo di contanti

«È questa l’attenzione che si ha per le persone con disabilità?». A chiederselo è Domenico Trombetta, persona con grave disabilità, che scrive alla nostra redazione e racconta «Il 22 novembre, venivo a sapere che la sede della bper banca in Viale Italia a Villa San Giovanni (accessibile!!!) chiudeva e quindi per ogni operazione bisognava recarsi alla sede di Via Rocco La Russa, son voluto andare di persona per verificare l’accessibilità visto che, come tanti sanno, mi muovo con una carrozzina elettrica che sostituisce le mie gambe!

Ebbene, in tutti questi anni, prima che questa banca, già esistente, passasse a bper banca, nulla è stato fatto per eliminare quel piccolo gradino che, per chi si muove in carrozzina, è una vera e propria barriera architettonica.
Eppure la legge in merito l’abbattimento delle barriere architettonica è ben chiara e, qualsiasi attività aperta al pubblico, pur se in un edificio privato, deve essere accessibile a tutti, nessuno escluso, figuriamoci poi se si tratta di una banca.

Inoltre, nonostante abbia mandato due pec alla sede centrale affinchè abbattessero quella barriera realizzando uno scivolo,  ancora oggi, non ho avuto nessuna risposta.

Insomma, dopo anni e anni di autonomia grazie all’acquisto di una carrozzina elettrica, mi ritrovo, oggi, che già solo per prelevare i miei soldi al bancomat, sono costretto a delegare altri. Sono veramente amareggiato solo al pensiero che ancora nel 2021 non solo non vengono riconosciuti i nostri diritti, ma bisogna dannarsi l’anima per ottenerli».



top