lunedì,Gennaio 17 2022

Perdurante e preoccupante dissesto idrogeologico in località Paolia di Lazzaro. La denuncia dell’Ancadic

Richiesta valutazione eventuale evacuazione precauzionale dell’abitato più a rischio

Perdurante e preoccupante dissesto idrogeologico in località Paolia di Lazzaro. La denuncia dell’Ancadic

Riceviamo e pubblichiamo dal referente Ancadic Vincenzo Crea

Facciamo seguito alle pregresse richieste d’intervento concernenti la messa in sicurezza dell’abitato di Paolia di Lazzaro del Comune di Motta San Giovanni, tra cui quella spedita in data 18 dicembre 2020 per rappresentare che la situazione di dissesto idrogeologico a nostro avviso da preoccupante è diventata allarmante. Alcuni abitanti di Paolia ancora una volta hanno personalmente manifestato allo scrivente seria preoccupazione giacché temono si possa verificare qualche tragico evento visto il dissesto generalizzato in cui versa l’abitato di Paolia che ha interessato e continua a interessare anche alcuni fabbricati che presentano segni evidenti di attività franosa dell’area interessata.

Nella mattinata del 12 gennaio 2021 mi sono recato nella suddetta località, oggetto di reiterati interventi da parte della scrivente associazione e alla presenza di alcuni abitanti ho constatato che la situazione, in particolare nello spiazzo stradale asfaltato (a mo di piazza) adiacente a questo gruppo abitativo dal manto stradale fuoriesce e scorre copiosa acqua che unitamente a quella proveniente da monte si disperde lungo la strada e in parte ristagna sulla stessa. Non sappiamo se si tratta di perdite idriche o di acque sorgive. Nel muro di sostegno della strada comunale lato mare dello spiazzo sopra citato che presenta rischio crollo si registrano altre fuoriuscite di acqua: una tramite una piccola

tubazione incastonata nel muro ad una altezza di circa 1,50 dal suolo e l’altra alla base del muro in questione. Si notano muri pericolanti e alcuni fabbricati presentano segni di instabilità giacché agli occhi del comune cittadino osservatore appaiono inclinati verso valle e sulla pavimentazione in cemento davanti all’accesso si notano vistose fessurazioni. Anche il manto stradale presenta in diversi punti delle fessurazioni che facilitano la penetrazione nel sottosuolo delle acque precedentemente descritte.

Questa situazione di forte dissesto sicuramente avrà interessato i sottostrati di sedime, per noi siamo in presenza di attività franosa. Ricordiamo che in tempo passato avevamo più volte già segnalato la grave situazione di Paolia sottolineando che l’intero abitato della zona per la natura geologica franosa di quest’ area potrebbe essere trascinato a valle. L’attuale situazione conferma la nostra precedente preoccupazione. E’ necessario intervenire come richiede la gravità del caso non escludendo l’immediata evacuazione dell’abitato a rischio. In merito sono stati interessati le istituzioni competenti financo il Governo Nazionale e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria.

top