domenica,Giugno 26 2022

Locri, presentati i progetti di giustizia riparativa per detenuti

L’iniziativa nata in collaborazione con gli ambiti territoriali di Locri e Caulonia e altri enti del terzo settore

Locri, presentati i progetti di giustizia riparativa per detenuti

Un’occasione per rendere pubblici i risultati del progetto realizzato dall’Ufficio di esecuzione penale esterna di Reggio Calabria a cui hanno partecipato 7 detenuti del carcere di Locri in stato di semi libertà e finalizzati a far loro conoscere i percorsi di riparazione degli effetti dei reati e la costruzione di relazioni sociali. Fondamentale, in tal senso, la collaborazione prestata dalla comunità locale rappresentata dagli assistenti sociali degli ambiti di Locri e di Caulonia ed altri enti del territorio calabrese appartenenti al terzo settore. «L’idea è proprio il fulcro della giustizia riparativa – ha espresso Alessandra Mercantini, pedagogista e mediatore penale – che vede oltre l’errore l’essere umano che deve essere riaccolto. Abbiamo lavorato insieme per fare in modo che quella rieducazione che il carcere aveva dato si traduca successivamente in risocializzazione».

All’incontro, che si è svolto a Locri hanno preso parte anche il presidente del tribunale Fulvio Accurso, insieme ai dirigenti e rappresentanti degli uffici giudiziari coinvolti nell’iniziativa. «La giustizia riparativa è quella giustizia che mira alla riparazione della frattura sociale – ha spiegato Federica Ferlito, funzionario dei servizi sociali – e si colloca a pieno titolo nell’alveo della giustizia di comunità dove i territori hanno un ruolo preminente e fondamentale». Per il direttore del centro regionale per la giustizia minorile Isabella Mastropasqua «Si tratta di un’esperienza importantissima che apre uno sguardo al senso di fare giustizia che non è solo la giustizia dei tribunali, ma la giustizia delle persone che possono riconoscersi in un legame di rinnovata fiducia».

top