giovedì,Agosto 11 2022

Centri diurni a Reggio, la Commissione comunale Welfare per la modifica del regolamento alla Regione

Il presidente Romeo: «Auspichiamo nuova norma entro dicembre». Audita l’assessora Minasi: «Testo orrido. Va cambiato»

Centri diurni a Reggio, la Commissione comunale Welfare per la modifica del regolamento alla Regione

Il futuro dei Centri diurni per minori disabili è stato al centro dell’odierna riunione della Commissione Politiche sociali, presieduta da Carmelo Romeo, che ha registrato l’audizione dell’assessora regionale al Welfare, Tilde Minasi, e la partecipazione del delegato comunale e del dirigente alle Politiche sociali, Demetrio Delfino e Francesco Barreca.

Proprio il nuovo, stringente, regolamento redatto dalla Regione, infatti, ha spinto l’organismo consiliare di Palazzo San Giorgio a raccogliere spunti utili alla risoluzione dello stallo direttamente dalla viva voce dell’esponente dell’esecutivo regionale.

In apertura, sono intervenuti l’assessore Delfino ed il dirigente Barreca aggiornando il tavolo sulle attività svolte dal Comune, anche dopo un confronto coi vertici di settore della Cittadella, invocando, comunque, «la modifica del regolamento e l’aggiornamento delle tariffe in base ai contratti collettivi riducendoli di almeno il 30% rispetto agli standard nazionali».

L’assessora Minasi ha confermato la volontà di voler cambiare un regolamento da lei stessa definito «orrido», ma che si è «trovata all’atto del suo insediamento». «Chiaro che le strutture prive di autorizzazione dovranno adeguarsi alle norme – ha aggiunto – ma spero di riuscire a procedere alla stesura di un nuovo regolamento in tempi ragionevolmente ristretti». L’assessora Minasi si è, poi, detta «contrariata dalle proteste, constatata la sensibilità dimostrata da Comune e Regione impegnate a risolvere, una volta per tutte, i diversi disagi». «Soluzioni e risorse non mancano», ha concluso Minasi criticando, infine, «l’iniquità della distribuzione delle risorse del fondo sociale e la circostanza che, in Calabria, esistano più strutture della Lombardia». Strutture che, secondo l’assessora regionale, «devono essere ristrutturate in un’ottica di diversificazione dei servizi».

E’ seguito il dibattito con gli interventi dei consiglieri Giuseppe Sera, Giuseppe Giordano, Teresa Pensabene, Roberto Vizzari, Angela Marcianò e Demetrio Marino.

In chiusura, il presidente della commissione, Carmelo Romeo, nel ringraziare gli assessori Minasi e Delfino, il dirigente Barreca ed i commissari intervenuti, ha ribadito «massima attenzione rispetto al problema». «Nelle settimane a venire – ha affermato – saremo in costante collegamento con l’assessora Minasi per seguire ogni aggiornamento utile alla modifica del regolamento, nella speranza che questo avvenga entro la fine di dicembre così da evitare ulteriori proroghe». «Ritengo utile e giusto – ha concluso – normare un settore che, da tantissimo tempo, aspettava un riordino.

E’ vero pure, però, che un’azione simile andava fatta meglio anche per come affermato dal tavolo odierno. La priorità della Commissione Welfare, ovviamente, è quella di garantire la migliore assistenza possibile ai ragazzi ed alle loro famiglie, ancor prima delle strutture stesse. L’iter incardinato ed il confronto sereno e pacato fra istituzioni ci rassicurano e ci fanno ben sperare in una soluzione positiva dell’intera vicenda».

top