giovedì,Agosto 11 2022

Reggio, la Camera di commercio presenta il “menu delle eccellenze” | VIDEO

Dallo stocco alla struncatura, le prelibatezze del territorio metropolitano raccontano una storia enogastronomica secolare, arricchita dall'amore degli chef nostrani

Reggio, la Camera di commercio presenta il “menu delle eccellenze” | VIDEO

Il menu delle eccellenze diventa una realtà grazie alla Camera di commercio di Reggio Calabria. Dallo stocco al “pezzo duro” le prelibatezze di tutto il territorio reggino parlano e raccontano una storia enogastronomica secolare, arricchita dall’amore degli chef nostrani.

«È un progetto a cui pensiamo da qualche mese e che oggi trova la sua conclusione – ha chiarito il presidente della Camera di commercio Antonino Tramontana – Reggio mancava un menù di piatti tipici: il turista viaggia, si sposta in tutto il mondo e vuol conoscere e assaggiare le prelibatezze enogastronomiche del territorio oltre alla storia e alla cultura. Nella nostra città non c’era questa tipizzazione, mancavano i piatti della tradizione. Da qui la necessità di cominciare un percorso con le realtà territoriali, le associazioni datoriali, ma anche dei pasticceri, dei gelatieri».

Dal lavoro delle commissioni sono nati dei piatti che si rifanno alla tradizione, rivisitati in chiave moderna. «Il territorio della Città metropolitana è ampio e ogni zona avrà anche una sua tipicità» afferma Tramontana.  Attori principali dell’iniziativa saranno gli operatori della ristorazione che, inserendo il “menu delle eccellenze” nella propria offerta, diventeranno ambasciatori del gusto e delle tradizioni enogastronomiche reggine.

A declinare il menu delle eccellenze è stato Claudio Aloisio, presidente di Confersercenti Reggio Calabria, presente insieme alle associazioni di categoria, agli operatori della filiera. A Filippo Arillotta, che ha collaborato a realizzare i contenuti del menu e ad arricchirlo con curiosità storiche e gastronomiche, è toccato il percorso storco dei piatti, dalla stroncatura alla pesca del pescespada, con le vicende e le ricche peculiarità che sono dietro ad ogni preparazione.

L’iniziativa dà avvio al programma delle attività celebrative del 160°anniversario della Camera di commercio di Reggio Calabria e, a breve, sarà ampliata con ulteriori azioni di promozione e valorizzazione della filiera turistica e enogastronomica, diventando occasione di rilancio di settori produttivi fortemente colpiti dalla crisi pandemica, attraverso la riaffermazione del legame fortemente identitario tra enogastronomia, cultura e tradizioni millenarie.

Ecco il menu tipico:

Antipasto: stoccafisso e oliva ottobratica; primo: struncatira di acciughe, olive, peperoncino calabrese; secondi: pesce spada alla bagnarota; filetto di maiale nero aspromontano, pancetta aspromontana e fagiolo occhio nero.

A cui si aggiungono: la pizza Fata morgana; i dolci: il dito d’apostolo, Rhegion, il dolce dei bronzi, lo spumone reggino, gli occhi dei bronzi, il dolce dei reggini. E poi ci sono le bevande: vini dop e Igp del territorio metropolitani di Reggio, la birra “Ryece summer Ale” e il cocktail amaranto.

top