martedì,Agosto 9 2022

Villa San Giovanni, vertice in Comune con Rfi per la nuova stazione ferroviaria

All’incontro, organizzato dal sindaco a Palazzo San Giovanni, hanno partecipato l’esecutivo, l’ufficio di presidenza del consiglio e i tecnici

Villa San Giovanni, vertice in Comune con Rfi per la nuova stazione ferroviaria

Un metodo di condivisione delle idee progettuali e delle prossime fasi che porteranno alla gara per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria di Villa San Giovanni: la Città tornerà a sedere al tavolo assieme a Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e alla regione Calabria, dopo aver nei giorni scorsi visionato il progetto di fattibilità tecnico economica per l’intervento da 40 milioni di euro finalizzato a migliorare l’intermodalità nello Stretto.

All’incontro, organizzato dal sindaco a Palazzo San Giovanni, hanno partecipato l’esecutivo, l’ufficio di presidenza del consiglio e i tecnici di RFI: con l’occasione della presentazione del nuovo progetto si è avuto modo di conoscere i tempi che porteranno entro il 2026 alla riqualificazione della stazione ferroviaria come HUB intermodale per lo sviluppo della mobilità sostenibile. Il progetto definitivo sarà presentato entro fine anno e poi il via all’appalto integrato, per rispettare i tempi del PNRR.Obiettivo primario, oltre il miglioramento delle connessioni, la sicurezza dei pedoni, distinguendo i flussi passeggeri e veicolari. Proprio per favorire la sicurezza, RFI sta anticipando una prima fase di intervento che prevede, nell’ambito delle attività di miglioramento sismico e abbattimento delle barriere architettoniche, il consolidamento del sottopasso esistente di accesso alla stazione marittima, e l’installazione di 3 ascensori (che saranno resi funzionanti secondo le previsioni per l’autunno prossimo e mentre RFI ha intanto attivato un servizio gratuito di trasporto bagagli in stazione per rendere più agevoli gli spostamenti in questo periodo di maggiore affluenza turistica).

Subito dopo Ferragosto, inizieranno le attività di sistemazione dell’area marittima che prevedranno anche la sistemazione della biglietteria a mare, la sala d’attesa e i bagni. Un primo segnale in attesa dell’intervento complessivo. L’amministrazione comunale ha espresso apprezzamento per un progetto che ha alla base lo studio dei flussi partendo dal profilo del viaggiatore e che favorisce l’accesso a piedi, le aree verdi, il green e l’ecosostenibile. L’Amministrazione, dal canto suo, ha chiesto attenzione particolare per il collegamento con via Marinai d’Italia e l’attuale banchina di camminamento (sempre ai fini della sicurezza del pedone), ma anche che il progetto non precluda in via definitiva l’accesso alla spiaggia di Acciarello, oggi impossibile per ragioni di sicurezza.Rilanciando l’idea di un tavolo di Enti e Società per un nuovo accordo di programma per la Città (che comprenda waterfront verso sud, porto a sud, ripascimento della spiaggia di Acciarello, polo logistico a Bolano), l’Amministrazione ha incassato la disponibilità di RFI ad un’analisi progettuale in merito. La società si è detta altresì disponibile ad approfondire la richiesta dell’amministrazione comunale di sottoscrizione di una convenzione di regolamentazione, gestione ed uso relativa ai sottopassi ferroviari pedonali e carrabili e di una concessione al Comune, per fini sociali e comunque no profit, di aree di RFI non strumentali alle attività ferroviarie.

Si tratta di un primo costruttivo dialogo che apre ad una stagione di collaborazione e di investimenti sul territorio comunale, in cui l’Amministrazione rivendica in positivo il ruolo di protagonista quale collettore dei bisogni della sua Comunità.

top