giovedì,Ottobre 6 2022

Reggio, martedì a Lazzaro torna “La disabilità in piazza”

Serata di solidarietà organizzata dall’associazione di volontariato InHoltre. L’evento è giunto alla sedicesima edizione

Reggio, martedì a Lazzaro torna “La disabilità in piazza”

Martedì 9 agosto 2022, dopo due anni di stop forzato causato dal Coronavirus, torna “La disabilità in piazza”, serata di solidarietà organizzata dall’Associazione di Volontariato InHoltre. L’evento, giunto alla sedicesima edizione, ormai è diventato un’importante tradizione per il nostro territorio e torna con ancora più voglia di dimostrare che “La disabilità non è un mondo a parte ma una parte del mondo” e di stare insieme.

Come chiarisce una nota «La pandemia ha ridotto di molto le attività di InHoltre. Per rispettare il distanziamento sociale non abbiamo potuto realizzare tutti i progetti che vedevano protagonisti i nostri ragazzi con l’indispensabile aiuto dei numerosi volontari. Nonostante le difficoltà siamo ripartiti coinvolgendo i nostri ragazzi con alcune attività ed un’uscita in gelateria. Il progetto Il Samaritano, anche se in forma ridotta, è ripreso dal mese di dicembre 2021. È ripartito anche il progetto InHarte in modalità online. Tutti i nostri ragazzi sono stati dotati di un tablet, ricevuto come regalo di Natale dall’associazione InHoltre, attraverso il quale hanno fatto attività nell’ambito del progetto InHarte modificato per l’occasione. È stato un modo nuovo per stare vicino ai nostri ragazzi e alle loro famiglie.

La peculiarità della serata è quella di avere come testimonial una persona con disabilità che si è particolarmente distinta nel campo sportivo, artistico, o dello spettacolo. Negli anni sul palco sono sempre salite delle persone che a testa alta hanno condiviso la loro storia, mostrando coraggio e ambizione nel raggiungimento dei loro obiettivi.

Quest’anno il testimonial della serata sarà Federico Zampaglione, uno dei nostri ragazzi che ha conquistato tre medaglie (oro, argento, bronzo) ai XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics a Torino, gareggiando per la ASD Andromeda Special Olympics di Reggio Calabria. Alcuni atleti dell’ASD Andromeda saranno ospiti della serata. Lo saranno anche tutti i ragazzi con disabilità dell’associazione InHoltre che, anche se virtualmente, hanno fatto il tifo per il loro amico Federico.

Come ogni anno sarà allestita una mostra fotografica con le foto delle attività e i progetti realizzati da InHoltre prima della pandemia, una pesca di beneficenza denominata “Pesca della mamma di InHoltre”, uno stand per la degustazione di specialità tipiche calabresi. Durante la serata si potrà gustare il famoso “Panino sociale di Inholtre” con salsiccia arrostita e patatine fritte. Anche quest’anno avremo anche il “Panino sociale di Inholtre senza glutine” con salsiccia arrostita e patatine.

Alla fine della serata sarà effettuato il sorteggio di una cena per due persone, offerta da un noto ristorante. La serata sarà allietata dall’esibizione del Gruppo Etnico Popolare Filia».

top