giovedì,Ottobre 6 2022

Ferragosto, l’alluvione è un ricordo: a Scilla tanti turisti malgrado il tempo incerto

Migliaia di persone hanno scelto il centro balneare del Reggino per trascorrere la giornata dell’Assunzione. Venerdì la bomba d’acqua che aveva devastato il lungomare

Ferragosto, l’alluvione è un ricordo: a Scilla tanti turisti malgrado il tempo incerto

L’alluvione che ha venerdì scorso ha devastato il lungomare è un brutto ricordo. Scilla si è presentata in tutto il suo splendore alle migliaia di turisti arrivati per trascorrere il Ferragosto.

Malgrado un cielo a tratti nuvoloso e un costante vento di scirocco, gli stabilimenti balneari della cittadina tirrenica hanno fatto buoni numeri. I turisti hanno potuto godere del mare e trascorrere una giornata di festa in una delle località più rinomate di tutto il Sud Italia.

L’alluvione si era verificato a causa della piena del torrente Livorno, che sbocca sul lungomare di Scilla. Danni solo alle cose e a una ventina di automobili. I soccorsi si erano attivati per tempo. Nel giro di 24 ore, grazie all’azione di Comune, Prefettura, Protezione civile, Calabria verde e vigili del fuoco, la situazione era tornata alla normalità.

Articoli correlati

top