venerdì,Giugno 14 2024

A Reggio risuona la gioia con il “Canto di Natale” di Agi 2000 – VIDEO

Il teatro de La provvidenza ha ospitato il musical ispirato all’opera di Charles Dickens, allestito dal laboratorio dei disabili adulti, con la partecipazione dei bambini della fondazione

A Reggio risuona la gioia con il “Canto di Natale” di Agi 2000 – VIDEO

«La musica è un sogno stupendo», racconta Francesca Labbozzetta che da tanti anni frequenta il laboratorio per disabili adulti dell’associazione Agi 2000 a Reggio Calabria.

Un sogno che si è rinnovato in occasione del musical ispirato al Canto di Natale di Charles Dickens, nella cornice del teatro della fondazione Provvidenza di Reggio Calabria. Uno spettacolo curato in collaborazione con il teatro Proskenion, con la partecipazione dell’attore e regista Vincenzo Mercurio, del ballerino Giovanni Gangemi e dei bambini della stessa fondazione.

Musica, danza ed emozioni

Un sogno che ha viaggiato sulle ali della musica e della danza capaci di rivelare i talenti del cuore e di andare oltre ogni limite o barriera per diventare essere stesse pure poesia ed emozione.

Protagoniste sono state proprio le persone disabili che frequentano il laboratorio dell’associazione.

Dunque molto più di uno spettacolo ma un’occasione in cui segnare un’altra tappa importante del lungo un cammino che dura da oltre quindici anni in cui riscoprirsi ancora una volta famiglia.

Scoperta e riscoperta di capacità e talenti

«È stata una sfida, dopo due anni di pandemia, riprendere le attività. Siamo molto contenti di questa esperienza di integrazione con i bambini della fondazione La Provvidenza. L’integrazione è importante per superare l’isolamento e valorizzare la diversità. L’attività teatrale proposta è stata accolta con grande entusiasmo dagli amici di Agi 2000. I ragazzi e le ragazze si sono messi in gioco con passione, dando il meglio e scoprendo e riscoprendo capacità e talenti», ha spiegato Giovanna Cogliandro, volontaria e operatrice di Agi 2000.

«Una bellissima esperienza, come tutte quelle viviamo in associazione. Sono qui da 11 anni e per me, come per la mia amica Francesca e per gli altri, questa è come una seconda casa», ha raccontato Fabiana Loiacono.

Una storia di scoperta di sé, quella raccontata nel canto di Natale attraverso la quale secondo alcuni Dickens avrebbe inventato questa festa. Essa rispecchia fedelmente e pienamente lo spirito dell’associazione Agi 2000.

«La disabilità è sempre e solo quella del cuore»

«La storia di Scrooge, uomo d’affari che da arido e cattivo diventa più buono entrando in contatto con gli altri, è un pò la nostra storia. Non vogliamo peccare di superbia – ha spiegato Sara Bottari, presidente dell’associazione Agi 2000 – ma siamo consapevoli del cammino condotto da oltre 15 anni e della nostra testimonianza costante, perenne e convinta. Stando insieme abbiamo dato vita a un circolo virtuoso di persone che creano comunità. Con i nostri ragazzi e le loro famiglie anche i volontari e gli operatori.

La disabilità è sempre e solo quella del cuore. La disabilità della mente è triste da pensare ma è anche quella che riserva sempre sorprese bellissime. Noi viviamo immersi in questo clima di stupore ogni giorno e in questa continua ricerca di nuovo. Ogni volta impariamo qualcosa da ragazzi che magari conosciamo da vent’anni e che però hanno sempre qualcosa da insegnare».

Così ha concluso Sara Bottari, presidente dell’associazione Agi 2000 di Reggio Calabria e anche della fondazione La Provvidenza che ospita l’associazione e che è impegnata sul territorio con quattro centri diurni per minori.

Articoli correlati

top