giovedì,Febbraio 29 2024

Reggio, concerto dell’Epifania dell’Orchestra Giovanile dello Stretto a Gallico

Alla chiesa San Nicola di Bari di Santa Domenica l’esibizione dei ragazzi della “V. Leotta” nell’ambito di un progetto di inclusione e integrazione sociale svolto attraverso la musica

Reggio, concerto dell’Epifania dell’Orchestra Giovanile dello Stretto a Gallico

Una chiesa gremita ha accolto i giovani musicisti dell’Orchestra Giovanile dello Stretto “V. Leotta” sabato scorso 7 gennaio, per il tradizionale Concerto dell’Epifania organizzato dall’associazione Car Design Sport e dalla parrocchia San Biagio di Gallico.

«Sul sagrato della chiesa di San Nicola di Bari a Santa Domenica di Gallico – si legge in una nota – i ragazzi dell’Orchestra hanno coinvolto ed emozionato il numeroso pubblico».
Tra i brani diretti dal Maestro Alessandro Monorchio, pezzi di Mozart adattati per l’Orchestra, brani tratti da celeberrimi musical come Sister Act, Il Re Leone, Beauty and the Best.

Naturalmente non potevano mancare le musiche natalizie più famose, come Amazing Grace, Jingle bells, Silent night, per ricordarne alcune. Il concerto ha avuto un presentatore d’eccezione, il piccolo Giuseppe Monorchio che ha condotto la serata sorprendendo e divertendo il pubblico con una padronanza e precisione eccezionali.

«Dopo il terribile periodo del Covid, riprendere a fare musica- afferma il M° Monorchio- dirigere i ragazzi nel Concerto dell’Epifania davanti ad una platea così numerosa, riuscendo nell’intento di coinvolgere e trasmettere la nostra passione per la musica, è un’emozione indescrivibile».

Il parroco don Nino Russo, ha ringraziato i ragazzi dell’Orchestra giovanile, invitandoli a continuare a coltivare il loro talento, sottolineando la potenza educativa di «fare musica insieme» e l’importanza dell’ascolto, nella musica così come nella società.

L’Orchestra giovanile dello Stretto, fa parte del Sistema Abreu, un progetto di inclusione e integrazione sociale svolto attraverso la musica. Importato in Italia dal Venezuela dal M° Claudio Abbado, è basato prevalentemente sulla pratica musicale di gruppo coniugando relazione umana e condivisione artistica aumentando il senso di responsabilità reciproca.

Ad oggi – si legge nella nota – sono oltre 10.000 i bambini ed i ragazzi italiani che partecipano alla crescita di questo importante progetto sociale, riuniti in Nuclei distribuiti in 15 Regioni italiane. In Calabria, l’Orchestra Giovanile dello Stretto “Vincenzo Leotta” è l’unica Orchestra che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Nucleo. «Grazie al fare musica insieme – conclude la nota – bambini e ragazzi crescono in una dinamica di rapporti positivi imparando ad ascoltare».

top