domenica,Aprile 21 2024

Locri, successo per il “Natale in rosa”: raccolti 11 mila euro per il progetto Nole

I fondi destinati al restyling del reparto di Oncologia dell'ospedale. L'attrice Naike Rivelli testimonial dell'iniziativa

Locri, successo per il “Natale in rosa”: raccolti 11 mila euro per il progetto Nole

Panettoni, gadget, serate di festa, fitwalking per le vie cittadine, la mostra per i bambini e come testimonial la nota attrice Naike Rivelli: così sono stati raccolti circa 11.000 euro per il progetto NOLE (Nuova Oncologia Locri Epizefiri) dell’“Angela Serra” Locride, grazie ai tantissimi cittadini che hanno scelto regali, attività e donazioni all’insegna della solidarietà. Dall’8 dicembre all’8 gennaio, le “Amiche in rosa”, volontarie della solidarietà, supportate dell’assessore Domenica Bumbaca, sono state a Locri On Ice, nell’ambito del “Natale in rosa” promosso dall’“Angela Serra” Locride, con il sostegno del Comune di Locri-Assessorato alle Politiche sociali.

La casetta, gentilmente messa a disposizione dal Comune di Gerace, è stato il punto di riferimento della solidarietà grazie a pasticceri e commercianti della Locride che con grande disponibilità hanno donato le loro migliori creazioni per una causa tanto rilevante; in particolare La Cascina ha contribuito con un’importante donazione dei suoi migliori panettoni artigianali. Scuole, associazioni, enti e singoli cittadini hanno contribuito al Natale solidale con acquisti e partecipazione agli eventi, arricchiti dal supporto dell’attrice Naike Rivelli, del laboratorio e mostra d’arte di Maria Adele Longo e dell’ASD Calabria Fitwalking di Fausto Certomà. Uno degli incontri a Locri On Ice ha avuto la partecipazione del dottore Giuseppe Longo, originario di Portigliola, direttore del Centro Oncologico Modenese e del Dipartimento di oncologia ed ematologia del Policlinico universitario di Modena, membro del direttivo nazionale dell’associazione “Angela Serra”, da poco nominato consulente all’oncologia di AIFA, che ha sottolineato la validità e piena fattibilità del progetto sull’oncologia di Locri; presente anche il neo assessore regionale Giovanni Calabrese, da sempre in prima linea nella battaglia per l’ospedale di Locri, che ha ribadito la continuità del proprio impegno in tal senso. La giornata conclusiva ha poi visto la presenza del dottore Attilio Gennaro, originario di Marina di Gioiosa, responsabile per la Calabria dell’“Angela Serra” che, prossimamente, sarà di nuovo a Locri con il presidente e fondatore dell’associazione, il professore Massimo Federico, per una Conferenza stampa.   

L’obiettivo è dotare il territorio di un moderno reparto oncologico di eccellenza, su un’area di circa 1000 mq. Un percorso iniziato più di un anno fa, grazie all’“Angela Serra” Locride e al compianto dottore, Giovanni Condemi, all’epoca responsabile facente funzione della UOC di Oncologia di Locri, che, conoscendo la storia dell’“Angela Serra” a livello nazionale e le tante opere ospedaliere da essa realizzate, ha condiviso con i responsabili l’idea di un rinnovamento importante per il reparto di Locri. 

L’interlocuzione subito avviata con l’ASP di Reggio Calabria ha portato all’accordo per la realizzazione, a spese dell’“Angela Serra”, del progetto di massima, e all’impegno da parte dell’associazione stessa per l’attuazione del progetto esecutivo: ossia, portare a termine i lavori, dietro conferimento del diritto di superficie, in modo tale da poter gestire direttamente l’iter completo, evitando lungaggini burocratiche e ottimizzando le risorse. D’altro canto l’ASP si è impegnata a bandire i concorsi per primario, dirigenti medici, infermieri e OSS non appena si darà inizio ai lavori. Tutto secondo un già collaudato format di successo che ha portato, circa 20 anni fa, l’“Angela Serra” alla realizzazione del Centro oncologico Modenese e di altri interventi presso l’area accoglienza del polo “Vito Fazzi” di Lecce e Caserta con le stesse modalità.

In apposita delibera l’ASP ha dato valutazione positiva del progetto di massima e indicazione, come da precedenti accordi, alla realizzazione del progetto esecutivo dell’opera. Quindi l’8 luglio 2022 si è giunti alla consegna del progetto esecutivo all’ASP, in forma sia cartacea che digitale, alla presenza di autorità e rappresentanti istituzionali, sul quale si attende ora risposta per procedere con il prossimo step: l’avvio dei lavori. Sono in atto interlocuzioni per giungere a una conclusione positiva e i dettagli saranno forniti alla cittadinanza durante una conferenza congiunta ASP, Regione, associazione “Angela Serra”, presumibilmente entro fine mese.

Il costo del progetto, del valore di 90.000 euro, anticipati dall’associazione, ha già trovato copertura per circa 85.000 euro, grazie alle donazioni di enti, cittadini, associazioni e club service della Locride e non solo; difatti, l’eco positivo della notizia ha fatto breccia nei cuori dei locridei che risiedono fuori regione e sono partite iniziative di sostegno a Bologna e a Milano. Sono quindi arrivate le raccolte fondi sul territorio per “ottobre in rosa” e “Natale in rosa”, la campagna appena conclusa.

Per vedere realizzato il moderno reparto il costo è di 1 milione di euro e il tempo stimato dai progettisti dell’“Angela Serra” per il completamento è di 9 mesi dall’apertura del cantiere.

Articoli correlati

top