sabato,Febbraio 4 2023

Capitale della cultura 2025, Locride beffata. Macrì deluso: «Nessun appoggio politico»

Il presidente del Gal convinto della validità del progetto: «Avevamo tutti i requisiti per vincere. Valutazioni superficiali»

Capitale della cultura 2025, Locride beffata. Macrì deluso: «Nessun appoggio politico»

Il sogno finisce in una fredda mattinata di fine gennaio. Tra le 10 finaliste aspiranti al titolo di capitale italiana per la cultura 2025 la Locride non ci sarà. Il comprensorio reggino è stato infatti escluso dal novero delle pretendenti al prestigioso riconoscimento del Ministero che assegna un milione di euro, da usare per la divulgazione del progetto. La candidatura della Locride era stata presentata come ente capofila dalla Città metropolitana di Reggio Calabria con il sostegno della Regione, insieme al Gal Terre Locridee guidato dal presidente Francesco Macrì, il quale resta convinto della validità del progetto.

«Sarebbe sciocco negare la delusione per un risultato che ritenevamo meritato – ha detto – il progetto va avanti in tutto quello che abbiamo messo in piedi con gli enti che ci hanno aiutato. Nel 2025 organizzeremo delle manifestazioni a disposizione della città che vincerà per lavorare insieme. Stiamo cercando alleanze affinchè questo deprecato territorio venga rilanciato».

Nel mirino di Macrì i criteri applicati per la selezione delle finaliste: «Ritengo che il progetto fosse in possesso di tutti i requisiti per giocarsela fino alla fine, nonostante la difficoltà – ha rimarcato – E la valutazione secondo me non è stata molto accurata. Se siamo stati appoggiati politicamente? Non credo. Sgarbi un giorno mi disse di trovare uno sponsor politico serio. E se vedo la lista degli ammessi alcuni dubbi mi sorgono. Concorrevamo per vincere, ma abbiamo anche concorso per dimostrare che c’è un territorio in cammino verso un’altra storia».

Anche il comitato promotore di “Locride 2025” ha diffuso una nota sulla mancata candidatura. «Abbiamo partecipato con la consapevolezza delle complessità e delle difficoltà oggettive della candidatura – si legge nel comunicato – e grazie a questa iniziativa il territorio ha dato una forte prova di coesione che non era per niente scontata, ha rinvigorito la propria autostima nelle sue possibilità e ha favorito nuovo slancio e prospettive di sviluppo. In circa tre anni il progetto “Locride 2025 tutta un’altra storia” ha percorso un tratto di strada importante mettendo in atto processi culturali che continueranno ed avranno il loro culmine nel 2025 per dimostrare la coerenza e la convinzione con quanto scritto nel Dossier, in cui abbiamo affermato che la candidatura era una tappa e non il punto di arrivo del viaggio che 42 comunità insieme al Gal Terre Locridee, alla Città Metropolitana di Reggio Calabria, a Officine delle Idee hanno deciso di intraprendere tutte assieme. La cultura non è antagonismo, la cultura è alleanza».

Articoli correlati

top