domenica,Giugno 4 2023

Reggio, alla Mediterranea “Il nostro Canto libero” a sostegno degli studenti a cui viene negato il diritto all’istruzione

L’Ateneo reggino, in collaborazione con il coro polifonico e con le associazioni studentesche Icaro e Musa, vuole testimoniare il valore della libertà attraverso la musica

Reggio, alla Mediterranea “Il nostro Canto libero” a sostegno degli studenti a cui viene negato il diritto all’istruzione

L’Università Mediterranea di Reggio Calabria, da sempre impegnata in azioni formative tese a promuovere il rispetto dei diritti umani, la libertà di parola e di pensiero, il diritto all’istruzione, al lavoro e alla dignità, martedì 21 febbraio 2023 alle ore 19.00 presso l’Atelier di Ateneo – Cittadella Universitaria –  apre le porte a tutte le componenti della comunità accademica e alla cittadinanza per l’evento intitolato “Il nostro Canto Libero”. 

L’Ateneo reggino, in collaborazione con il Coro Polifonico dell’Università, con il Consiglio degli Studenti e con le Associazioni studentesche Icaro e Musa, vuole testimoniare il valore della libertà attraverso il canto e le riflessioni di quanti subiscono la dura repressione di regimi che privano tutti, specie i giovani, dei diritti fondamentali. La difficile congiuntura che stiamo attraversando in questo momento storico – a partire dal sacrificio patito dai giovani iraniani a cui è impedito di manifestare contro le discriminazioni e le ingiustizie inferte dal regime – impone al mondo istituzionale di assumersi la responsabilità di stare dalla parte di chi non ha voce.

L’evento “Il nostro canto libero” è dunque l’assunzione di tale responsabilità, mediante la quale si esprime solidarietà non solo ai giovani iraniani ma a quanti subiscono e protestano contro la sistematica violazione dei diritti umani sacrificati in nome del patriarcato teocratico o di qualsiasi altra ideologia fondata sulla sopraffazione. 

L’Università Mediterranea, quale Istituzione che produce cultura e consapevole che la libertà dal totalitarismo e dall’autoritarismo non è scontata, ma va difesa ogni giorno, vuole farsi parte attiva dell’inveramento dell’ideale europeo secondo cui lo Stato di diritto, la democrazia e la libertà sono il fulcro dei nostri valori. Valori che fanno dei nostri studenti cittadini responsabili e capaci di costruire società più giuste, eque, inclusive e proiettate verso il futuro. 

Articoli correlati

top