giovedì,Giugno 13 2024

Reggio, Metrocity al lavoro sulla programmazione culturale: pubblicati i bandi diretti ai Comuni e ai promoter

La soddisfazione del sindaco facente funzioni Carmelo Versace e del Consigliere delegato alla cultura Filippo Quartuccio. Le manifestazioni di interesse garantiranno la selezione per le attività estive e per le prossime festività natalizie

Reggio, Metrocity al lavoro sulla programmazione culturale: pubblicati i bandi diretti ai Comuni e ai promoter

La Città Metropolitana ha pubblicato due bandi distinti, destinati ai promoter ed ai Comuni, per iniziare a programmare le attività di spettacolo fino al prossimo 6 gennaio 2024. «Come sempre – hanno specificato il sindaco facente funzioni, Carmelo Versace, ed il consigliere delegato Filippo Quartuccio – l’Ente, nella massima trasparenza, intende raccogliere le migliori proposte da distribuire nei diversi centri del comprensorio. Il campo artistico sul quale continueremo a muoverci attraverserà ogni tipo di performance: dal canto corale, gospel e lirico, alla musica leggera, pop, rock, elettronica, world music, folk, tradizionale, etnica, jazz e blues, classica, bandistica ed orchestrale fino alle rappresentazioni teatrali di vario genere, comprese tragedie, commedie, commedie dell’arte, teatro in vernacolo, musical, i balletti classici, la danza, il cabaret. I bandi in questione comprendono anche le attività ideate per le festività natalizie ed ogni altra eventuale tipologia non ricomprese nelle precedenti».

«Insomma – hanno spiegato – nulla è lasciato al caso. Intendiamo promuovere gli artisti ed i promoter del territorio, ma anche quelli di richiamo nazionale ed internazionale, così da poter garantire un giusto ritorno in termini di immagine e sviluppo turistico al comprensorio e, al tempo stesso, sostenere ed incentivare il circuito locale che, più di ogni altro, ancora risente dei drammatici strascichi della pandemia».

«Ci rivolgiamo ai Comuni – hanno proseguito – così che possano avere la possibilità di poter far crescere la capacità attrattiva dei loro già meravigliosi centri ricchi di storia, cultura, tradizioni, bellezze naturali e paesaggistiche». «La Città Metropolitana – hanno continuato Versace e Quartuccio – in questa fase, intende, dunque, acquisire manifestazioni di interesse che possano soddisfare le esigenze dei turisti e dei visitatori, ma anche le richieste dei singoli territori».

Ci sarà spazio, poi, per spettacoli che potrebbero contemplare l’acquisizione preventiva di un biglietto d’accesso, specificata dagli stessi amministratori nel ripercorrere i passi dell’avviso: «Nel caso di proposte per grandi eventi e per artisti di rilevanza nazionale ed internazionale da svolgersi in luoghi al chiuso o in location appositamente delimitate nelle quali è possibile effettuare il servizio di bigliettazione, i promoter avranno la possibilità di realizzare tali eventi prevedendo la vendita di biglietti d’ingresso ad un costo calmierato previamente e formalmente concordato con la Città Metropolitana».

«Stiamo provando ad accorciare i tempi – hanno concluso Versace e Quartuccio – proprio per arrivare pronti ad ogni appuntamento che possa elevare l’offerta nei vari periodi dell’anno. E’ un fitto lavoro di programmazione che, ne siamo sicuri, porterà dai risultati importanti».

Articoli correlati

top