martedì,Luglio 23 2024

Musei, rinnovate le cariche del Coordinamento regionale Basilicata-Calabria

L’International Council of Museums è un’associazione internazionale impegnata nella protezione del patrimonio culturale

Musei, rinnovate le cariche del Coordinamento regionale Basilicata-Calabria

Si sono svolte ieri mattina le elezioni per il rinnovo delle cariche del Coordinamento Regionale Basilicata-Calabria ICOM (International Council of Museums): ciò avviene in un momento in cui i Musei di Calabria, pubblici e privati, stanno compiendo grandi sforzi per accreditarsi nel Sistema Museale Nazionale.

Icom – si legge in una nota – è un’associazione internazionale impegnata nella protezione del patrimonio culturale, nello sviluppo dei Musei e dei professionisti museali: la sua azione si declina nei Comitati Nazionali che, a loro volta, operano attraverso commissioni tematiche, gruppi di lavoro e coordinamenti regionali Icom.

Nato nel 2018, il Coordinamento interregionale Basilicata-Calabria annovera oggi circa 50 soci individuali e istituzionali ed ha, all’attivo, numerose iniziative di confronto e aggiornamento professionale.

Il rinnovato coordinamento regionale calabro-lucano risulta così composto: Coordinatore Anna Cipparrone e Consiglieri Tiziana Battafarano, Maria Cerzoso, Fiorella Fiore, Lucia Lojacono, Claudia Ventura e Luigi Zotta.

«Nel corso dei suoi primi due mandati il Coordinamento Regionale Basilicata-Calabria ha lavorato alla costruzione di un terreno di confronto e dialogo con le Istituzioni, le Amministrazioni ed i professionisti dell’ampio e variegato territorio di riferimento: convegni periodici nei Musei statali, pubblici e privati e momenti di aggiornamento e di dibattito, anche online, durante i lunghi anni pandemici».

Oggi il Coordinamento intende porsi «quale interlocutore privilegiato nelle due Regioni, anche grazie a quanto previsto dalla sottoscrizione degli accordi tra Icom Italia e Anci Basilicata nonché tra Icom Italia e Regione Calabria.

«Il Coordinamento regionale Icom diviene il luogo in cui interagire tra istituzioni, stimolando la costituzione di reti, favorendo presso i Musei il conseguimento degli standard minimi di qualità, promuovendo le realtà che si accreditano al Sistema Museale Nazionale, diffondendo l’attenzione su temi cogenti del dibattito museale e buone pratiche».

Il rinnovato Coordinamento regionale Icom promuoverà pertanto il dialogo con Università ed istituti di cultura per l’attivazione di percorsi formativi nel comparto delle professioni museali e darà continuità all’avviata collaborazione esistente tra i singoli Musei e il Comando Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri, per sostenere l’affermarsi della legalità. «E’ intenzione del Coordinamento, infine, attivare una relazione diretta con i Musei di Calabria e Basilicata attraverso incontri periodici e focus sui social network nonché sollecitare l’adesione a Icom da parte delle istituzioni e dei professionisti, coinvolgendo anche il comparto economico e produttivo».

Articoli correlati

top