martedì,Giugno 6 2023

8 marzo “Sulla mia pelle”, tatuaggi per coprire le ferite delle donne

Domani tavola rotonda a Palazzo Campanella. Princi: «Simbolo di riscatto della dignità fisica e psicologica»

8 marzo “Sulla mia pelle”, tatuaggi per coprire le ferite delle donne

Domani, 8 marzo, alle ore 9, presso l’Aula consiliare “F. Fortugno” del Consiglio regionale della Calabria, si terrà una Tavola rotonda dal titolo “Sulla mia pelle”, che vede quali organizzatori Giunta e Consiglio regionale della Calabria, insieme con il Movimento Civitas.

«Insieme ai presidenti Roberto Occhiuto e Filippo Mancuso, come Regione Calabria ci siamo riproposti di caratterizzare l’8 marzo di ogni anno di Legislatura con azioni concrete a sostegno delle donne. Nel 2022 – spiega il Vicepresidente della Giunta, Giusi Princi – abbiamo varato la Legge regionale contro le discriminazioni delle donne sui luoghi di lavoro. Quest’anno vogliamo lanciare la campagna “Sulla mia pelle”, che aiuterà a coprire, attraverso l’arte del tatuaggio, le ferite che la violenza lascia sulla pelle delle donne che l’hanno subita».

L’intenzione è far sì che il tatuaggio sulle cicatrici sia simbolo di riscatto della dignità fisica e psicologica di tutte le donne che hanno subito violenza: «L’auspicio è che le vittime inizino a volersi più bene, accettando senza timore, con libertà, quella parte fisica che da espressione di dolore diventi emblema di rinascita. Pertanto, abbiamo voluto coinvolgere i tatuatori della Calabria che, gratuitamente, hanno sposato la nostra iniziativa, così come la Direzione sanitaria e lo staff di chirurgia estetica di una nota clinica privata di Reggio Calabria. È bello – conclude Giusi Princi – che proprio giorno 8 marzo parta dalla Calabria un messaggio unitario di sensibilità e di sostegno alle donne vittime di violenza anche attraverso l’arte e la creatività».

Articoli correlati

top