domenica,Giugno 16 2024

Chiusura Seminario di Reggio, Papa Francesco: «Non sarà Roma a dirvi cosa dovete fare»

Il Santo Padre: «Questo processo si sta avviando in molte parti del mondo ed è naturale che vi sia qualche resistenza e qualche fatica nel compiere questo passo»

Chiusura Seminario di Reggio, Papa Francesco: «Non sarà Roma a dirvi cosa dovete fare»

«Da parte della Santa Sede e dei vescovi calabresi c’è una grande attenzione per la formazione dei futuri presbiteri a servizio della Calabria». Con queste parole, qualche giorno fa, l’Arcidiocesi, a proposito di un accorpamento delle strutture seminarili calabresi aveva precisato che «le indicazioni e le scelte che ci coinvolgeranno terranno conto delle indicazioni della nuova Ratio Fundamentalis sui Seminari, dell’ottimizzazione di forze, delle risorse umane e culturali e di quanto è ancora all’esame della Conferenza episcopale italiana».

Stamane, nel Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza i Seminaristi delle Diocesi della Calabria ed è tornato sulla vicenda dei seminari, come riporta l’Avvenire di Calabria.

«Vorrei chiedere a voi Vescovi di fare una scelta chiara sulla formazione sacerdotale: orientare tutte le energie umane, spirituali e teologiche in un unico Seminario. Dico unico. Possono essere due ma sommati: orientare verso l’unità, con tutte le variabili che ci possono essere ma arrivare lì. Questo non vuol dire annientare i seminari; vedete come fare questa unità. Non si tratta di una scelta logistica o meramente numerica, ma finalizzata a maturare insieme una visione ecclesiale e un orizzonte della vita sacerdotale, invece che disperdere le forze moltiplicando i luoghi di formazione e tenendo in piedi piccole realtà con pochi seminaristi.

È un discernimento non facile da fare, non facile. Ma si deve fare e si devono prendere decisioni su questo. Non sarà Roma a dirvi cosa dovete fare, perché il carisma lo avete voi. Noi diamo le idee, gli orientamenti, i consigli, ma il carisma lo avete voi, lo Spirito Santo lo avete voi per questo. Se Roma incominciasse a prendere le Raccomando a tutti, non solo ai vescovi, raccomando di discernere cosa vuole lo Spirito Santo per le vostre Chiese. E questo lo devono fare i Vescovi – la decisione –, ma lo dovete fare tutti voi per dire ai Vescovi cosa sentite e come, le idee… È tutto il corpo della diocesi che deve aiutare il Vescovo in questo discernimento. Poi lui si assume la responsabilità della decisione.

Questo processo – chiude Papa Francesco – si sta avviando in molte parti del mondo ed è naturale che vi sia qualche resistenza e qualche fatica nel compiere questo passo» (foto Vatican News).

Articoli correlati

top