venerdì,Giugno 21 2024

Palmi, tutto pronto per il Festival nazionale di diritto e letteratura

La decima edizione della manifestazione si svolgerà dal 20 al 22 aprile. Anche un processo simulato con Dario Vergassola e Usso96

Palmi, tutto pronto per il Festival nazionale di diritto e letteratura

È tutto pronto a Palmi per il Festival nazionale di diritto e letteratura, che si svolgerà da giovedì fino a sabato, con tanti eventi extra fino a maggio. La manifestazione, giunta alla sua decima edizione, è stata presentata nei giorni scorsi dal sindaco Giuseppe Ranuccio di concerto con gli ideatori e organizzatori del Festival, che per il primo cittadino «è motivo di vanto per la città intera. Una realtà ormai affermata nel panorama culturale italiano. Essere co-organizzatori di questo prestigioso evento – ha aggiunto – è un grande orgoglio, perché con il suo format innovativo e i tanti prestigiosi ospiti che negli anni vi hanno preso parte, ha contribuito a veicolare un’immagine positiva della nostra realtà, e continuerà a farlo per tanti anni ancora». Tema di questa decima edizione è la democrazia, che come spiegato durante la conferenza stampa, «presuppone e completa la riflessione di tutte le altre edizioni. Concetto polimorfo e polisemico come pochi, il “governo del popolo” è da sempre oggetto di approfondite riflessioni, di forti passioni ma anche di critiche serrate».

Il programma

Si comincia già da oggi con il Festival on the road che coinvolge diverse scuole di tutto il territorio regionale fino a domani. Relatori sono Francesco Mazza, dell’Università di Cassino che relazionerà su “La protesta sociale nelle opere di Banksy tra diritti negati e contraddizioni delle moderne democrazie”; Francesco Adornato, dell’Università di Macerata (Vecchie e nuove pesti. Tra letteratura, immaginario e diritto); Maria Teresa Carbone, dell’Università Magna Graecia di Catanzaro (La votazione dell’ostracismo per Aristide in Plutarco. A proposito del principio “Uno vale uno”); Maria Pia Romeo, dell’Università di Pisa (Digito ergo sum. È possibile chiudere il cerchio di Dave Eggers?); l’avvocato Maria Teresa Santoro (La giustizia in nome del popolo. Note a margine de “La parola ai giurati” di Sidney Lumet); il magistrato Antonio Salvati (Le mobili frontiere della democrazia tra “L’uomo è forte” di Corrado Alvaro e “Snow crash” di Neal Stephenson); l’avvocato Massimo Pirrello (La democrazia: una pianta fragile che va protetta. La crisi del sistema rappresentativo nella letteratura); l’avvocato Luigi Sposato (Una felicità matematicamente impeccabile. “Io” e “Noi” nel gioco democratico); lo specialista di Hr – Formazione Michele Andronico (Quando la democrazia vuol riscrivere la storia: il caso Cancel culture).

Giovedì, alle 10, nella sala conferenze Digies dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, per “Aspettando il Festival”, si terrà la tavola rotonda “La democrazia sarà salvata dai fanciulli – Discutendo di Francesco Mercadante filosofo dell’eguaglianza”. Introdurrà e modererà Daniele Cananzi, dell’Università Mediterranea, mentre relazioneranno Maria Stella Barbieri e Dario Caroniti, dell’Università di Messina. A concludere l’incontro, Francesco Mercadante, professore emerito di Filosofia del diritto dell’Università Sapienza di Roma.

Alle 17.30, per la sessione Cineforum, sempre a Reggio, a palazzo Zani, in collaborazione con il Circolo del cinema “Zavattini”, verrà proiettato il film “L’onda” di Dennis Gansel. Introdurrà e modererà l’avvocato Tonino De Pace.

Alle 19, nella pinacoteca della Casa della cultura Leonida Repaci di Palmi, si terrà l’incontro “Il mare non bagna il sud – Democrazia negata, questione di genere e identità meridionale da Goliarda Sapienza a Filumena Marturano”. Relazioneranno l’avvocato Mimma Sprizzi, l’economista esperta in studi di genere e delle donne Claudia Fauzia e l’attrice e interprete teatrale Nunzia Schiano.

Venerdì, alle 9, al teatro comunale “Manfroce” di Palmi, si terrà la sessione inaugurale del Festival. A moderare l’incontro, il magistrato Ilario Nasso, mentre relazioneranno il giurista, saggista e scrittore Gherardo Colombo su “La Costituzione è un foglio di carta – Da La fattoria degli animali all’Anticostituzione”; il magistrato Alessandra Dal Moro su “La vera democrazia non è nella bocca di chi parla, ma nelle orecchie di chi ascolta – Dialogo, giustizia e riconciliazione in Patria di Ferdinando Aramburu” e il magistrato Marco Puglia su “Ieri ero un’altra persona: la democrazia, il carcere e la lezione del Bianconiglio”.

Alle 15.30, nell’aula “Antonino Scopelliti” del tribunale penale di Palmi, si svolgerà il processo ai social network, con lo scrittore, umorista e cantautore Dario Vergassola nei panni dell’accusa, il tiktoker Usso96 nel ruolo della difesa, il magistrato Antonio Salvati nella parte del giudice e l’avvocato Donatello Pisani, in quella del cancelliere.

Alle 17.30, per la sessione Cineforum, a palazzo Zani a Reggio Calabria, verrà proiettato il film “No – I giorni dell’arcobaleno” di Pablo Larrain. Introdurrà e modererà l’avvocato Tonino De Pace.

Sabato, alle 9, nella sala Digies dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, si terrà l’incontro “Pedagogie del diritto e controdemocrazia giuridica”. Presiederà e modererà Daniele Cananzi, dell’Università Mediterranea, mentre relazioneranno Alberto Scerbo, dell’Università Magna Graecia di Catanzaro su “Spunti letterali e garantismo penale”; Francesco Mancuso, dell’Università di Salerno su “Gli erpici del diritto” e Persio Tincani, dell’Università di Bergamo, su “Le istituzioni del tuo paese non sono affar tuo”.

Alle 17.30, per la sessione Cineforum, a palazzo Zani a Reggio Calabria, verranno proiettati “La rivoluzione delle donne” di Deniz Xweseri e Zilane Diliber e “Nu Jin – Vita nuova” di Veysi Altay.  Introdurrà e modererà l’avvocato Tonino De Pace.

Eventi speciali

Gli appuntamenti extra cominceranno invece, il 5 maggio, con l’incontro “Meditate che questo è stato: Primo Levi, la memoria, la democrazia”, che si terrà nella pinacoteca Casa della cultura Leonida Repaci di Palmi, al quale parteciperanno i giornalisti e saggisti Gabriele Nissim e Flavio Tranquillo.

Il 12 maggio, alle 18.30, nelle Officine Balena di Palmi, si terrà l’incontro “Dittature, distopie, graphic novel: il futuro che ci aspetta (ammesso che non sia il presente che già stiamo vivendo)”.

Il 13 maggio, alle 18.30, nella pinacoteca Casa della cultura Leonida Repaci di Palmi, si terrà l’incontro “Realtà virtuale e democrazia: luoghi comuni, fake news e inaspettate sorprese tra Orwell e il Metaverso”, al quale prenderanno parte il booktoker Megi Bulla de La biblioteca di Daphne; Ernesto Belisario, dell’Università Roma Tre e Roberto De Vita, direttore del Dipartimento giustizia e presidente dell’Osservatorio Cybersecurity dell’Eurispes.

Il 26 maggio, alle 19, nella sala consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palmi, si terrà l’incontro “Una vale uno: il caso Lidia Poet”, al quale parteciperanno gli scrittori ed editori Ilaria Iannuzzi e Pasquale Tammaro; gli avvocati Rosalba Viscomi, Clara Tripodi, Clelia Condello e Maria Francesca Sprizzi.

Il 27 maggio, alle 18, al teatro comunale Manfroce, si terrà l’incontro “Una risata vi seppellirà (forse): considerazioni extravaganti su umorismo, potere e democrazia” con Moni Ovadia.

top