giovedì,Giugno 13 2024

Alloggi a Reggio, dopo le proteste verso la costituzione del tavolo in Prefettura

Il sindaco ff Brunetti aggiornerà lunedì l'associazione “Un mondo di mondi” sullo stato dell'arte delle graduatorie per le case

Alloggi a Reggio, dopo le proteste verso la costituzione del tavolo in Prefettura

Una mattina intensa quella vissuta dall’associazione “Un mondo di mondi” che ha portato, ancora una volta a piazza Italia, a Reggio Calabria, le problematiche relative assegnazione degli alloggi di pertinenza del Comune.

La protesta

A fare da portavoce giacomo Marino, presidente dell’associazione, presenti i soggetti già i graduatoria e vincitori che attendono solo di avere gli alloggi. «Denunciamo il vergognoso comportamento del Comune che – chiarisce Marino – dopo sei mesi dall’autorizzazione della Regione Calabria ad assegnare gli alloggi d’emergenza, e quindi anche quelli del bando, non lo ha ancora fatto.

E siamo a cinque mesi dalle due sentenze di commissariamento del Tar che hanno prodotto una certa pressione sull’azione del Comune, con la nomina di una commissaria ad acta prefettizia. Finora i 5 nuclei vincitori della graduatoria dell’emergenza abitativa che hanno ricevuto a gennaio la lettera del Comune non hanno ancora l’alloggio.

A inizio maggio abbiamo chiesto alla Prefettura di convocare un tavolo per risolvere la problematica della politiche della casa, alla pec, indirizzata anche a Comune e Aterp, ha risposto solo la Prefettura.
La dottoressa Caracciolo ha chiarito che solo alla fine del commissariamento per l’assegnazione dei sei alloggi, verrà convocato il tavolo per sollecitare Comune e Aterp ad applicare la legge sugli alloggi popolari».

L’incontro con Brunetti

I manifestanti si sono poi trasferiti a palazzo San Giorgio per aspettare il sindaco ff Paolo Brunetti.

Al sindaco ff il presidente Marino ha chiesto tempi delle prime assegnazioni e un parere sul tavolo, già voluto nel 2017 dal consiglio comunale e che non si è mai costituito, ma che è lo strumento che sarebbe necessario.

Riguardo ai tempi la questione è rinviata a lunedì, giorno in cui dovranno arrivare le risposte. Brunetti si è mostrato d’accordo sulla costituzione del tavolo, sul quale però il Comune non ha dato risposte che dovrebbero arrivare formalmente a breve. Secondo Marino, la costituzione del tavolo sarebbe utile anche al Comune perchè per le verifiche, potrebbero subentrare forze dell’ordine dello Stato che darebbero più trasparenza all’azione.

Articoli correlati

top