domenica,Giugno 16 2024

Reggio, anche la scuola di Saracinello celebra la Festa della Repubblica

I valori della partecipazione civile e democratica sono principi cardine dell’educazione e la scuola ha il compito di formare quell’identità di cittadini in grado di inserirsi nella società

Reggio, anche la scuola di Saracinello celebra la Festa della Repubblica

Gli alunni del plesso di Saracinello, Rodari 1, giovedì 1 giugno, hanno celebrato la festa della Repubblica italiana alla presenza del Dirigente Scolastico Giuseppe Martino e dei rappresentanti dei genitori. Tale ricorrenza, dal valore particolarmente significativo per la storia del nostro Paese, ha rappresentato la fase conclusiva di un percorso interdisciplinare di Educazione Civica, finalizzato a sviluppare le competenze in materia di Cittadinanza.

La manifestazione, che ha preso il nome di “Buon compleanno Italia,” è stata arricchita ulteriormente da un gesto dalla forte valenza simbolica: la donazione della bandiera della Repubblica italiana e di quella dell’Unione Europea da parte dei genitori degli alunni, in un clima di fattiva e consolidata collaborazione tra scuola e famiglia. 

La ricerca storiografica sulla nascita della Repubblica e i principi fondanti della Costituzione, sono stati solo alcuni degli argomenti trattati durante il percorso interdisciplinare, sviluppato attraverso attività laboratoriali e inclusive.

Educare alla solidarietà e alla partecipazione piena e consapevole di tutti non è qualcosa che può essere solo “insegnato”, va piuttosto sperimentato, solo così si sviluppa quel senso di corresponsabilità che individua e persegue il bene comune.  Ecco perché la scelta di far cantare l’Inno d’Italia eseguendolo anche nella Lingua dei Segni e utilizzando la strategia della Comunicazione Aumentativa Alternativa.

Il Dirigente, nel ringraziare i presenti per l’impegno profuso nella realizzazione di un evento che ben rappresenta l’alleanza educativa, alla base della formazione unitaria e completa che la scuola persegue, si è rivolto ai piccoli allievi esprimendo loro, con viva emozione, il proprio apprezzamento. Si è quindi soffermato sul significato del Tricolore e sui suoi richiami all’identità nazionale, sottolineando l’importanza di riconoscersi anche cittadini europei; ha poi ripercorso le tappe fondamentali che hanno portato alla nascita della Repubblica italiana per rievocarne i grandi ideali e  i valori che rappresenta.  

La manifestazione si è conclusa con la rimozione del telo che copriva le bandiere per consentirne l’esposizione, momento questo, altrettanto simbolico, che richiama il compito istituzionale, prestigioso e complesso, affidato alla scuola. I valori della partecipazione civile e democratica sono principi cardine dell’educazione e la scuola ha il compito di formare quell’identità di cittadini in grado di inserirsi nella società, in modo critico e costruttivo e  a cui affidare il futuro del nostro Paese.

Articoli correlati

top