martedì,Luglio 23 2024

Taurianova, il Villaggio Sud Agrifest chiude con il concerto di Alex Britti

Il chitarrista e cantautore romano ha intrattenuto il numeroso pubblico con i più famosi brani del suo repertorio musicale

Taurianova, il Villaggio Sud Agrifest chiude con il concerto di Alex Britti

Il Villaggio Sud Agrifest di Taurianova ieri sera ha chiuso col botto. Centinaia le persone giunte da ogni dove per assistere al concerto di Alex Britti, che ha fatto scendere il sipario sulla tre giorni dedicata al settore agricolo.
La manifestazione, ideata e curata dall’organizzazione produttori Op Pianagri e dall’associazione politico-culturale Risorse, giunta alla seconda edizione, è nata con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il patrimonio del territorio e le identità locali, creando sinergie tra il settore agricolo e agroalimentare e quello della sostenibilità ambientale, dell’innovazione tecnologica, del lavoro etico e giovanile e del turismo.

Un successo andato ben oltre le aspettative quello registrato in questi tre giorni dal Villaggio Sud Agrifest, che ha visto partecipare non solo molte figure istituzionali, sia locali che regionali, tra i quali anche il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, ma anche diversi artisti del panorama musicale, come la cantante Nada. Il clou però, è stato rappresentato da Alex Britti. Il chitarrista e cantautore romano, ha scelto il Villaggio Sud Agrifest come unica tappa calabrese del suo tour. Il cantante, che proprio quest’anno ha fatto ritorno sulla scena musicale, oltre a proporre i suoi più grandi successi, quali “Gelido”, “Solo una volta (o tutta la vita)”, “Oggi sono io”, “La vasca”, “Una su 1.000.000”, “7.000 caffè”, “Festa”, “Baciami (e portami a ballare)” e “Immaturi”, colonna sonora del film omonimo di Paolo Genovese, ha anche presentato i due brani “Tutti come te” e “Nuda”, che segnano la sua nuova fase artistica, con un sound inconfondibile con cui il chitarrista romano rivela le sue due anime pop e cantautorali.

Alex, accompagnato da Matteo Pezzolet al basso, Davide Sambrotta alle tastiere, Francesco Isola (musicista di Palmi) alla batteria e dalle coriste Cassandra De Rosa e Deborah Romano, ha saputo coinvolgere il numerosissimo pubblico presente, non solo con i suoi più grandi successi, ma anche con le performance acustiche della sua chitarra che continua ad affascinare svelando suoni ed emozioni nuove. L’artista, cambiando di volta in volta chitarra, ha dimostrato le sue doti di musicista, fondendo il suo stile pop con sonorità blues e jazz. Una formula molto gradita dalla platea che ha partecipato attivamente allo show, godendo di un concerto in cui le doti funamboliche di chitarrista di Alex Britti, si sono perfettamente fuse con la profondità e l’intensità dei brani che lo hanno reso famoso. Il tutto senza alcun elemento di distrazione sul palcoscenico, senza scenografie sgargianti, senza effetti luci particolari, ma solo lui e i suoi musicisti.

top