martedì,Aprile 16 2024

Reggio, il calendario dell’“Umanità illustrata” per aiutare i bimbi della guerra – VIDEO

Un lavoro realizzato dall'illustratore Antonio Federico al servizio della buona causa di “Corredino sospeso”

Reggio, il calendario dell’“Umanità illustrata” per aiutare i bimbi della guerra – VIDEO

Storie di vita, di venute al mondo, di interventi salvifici. Presentato alla libreria Ave di Reggio, il calendario solidale da tavolo di “Umanità Illustrata”, con le immagini sul tema della nascita a cura di Antonio Federico, artista reggino apprezzato per le sue vignette ispirate a notizie di attualità. Un calendario nato insieme all‘associazione Pandora, il cui ricavato sarà destinato alle attività del progetto dell’associazione, ma anche alla ricostruzione di una struttura (educativa, sanitaria, ricreativa) per bambini in una delle città, Kibbutz Be’eri, distrutte della guerra tra Israele e Hamas.

Un calendario di pace, ogni singola pagina è con e per i bambini.

Il progetto

Per Simona Argento, presidente dell’associazione Pandora per Corredino Sospeso: «La collaborazione con Antonio nasce sì per Corredino sospeso, ma soprattutto per i bambini colpiti dalla guerra. Quest’anno con l’associazione ci siamo dati una doppia finalità: una sulla parte natalizia solidale perché si è avvicinata a noi una mamma reggina, ma che vive in quei territori e quindi da lì è scaturita l’idea con Antonio di realizzare questo calendario che ci seguirà sul tema nascita tutto l’anno e grazie al ricavato costruiremo delle stanze dell’apprendimento quindi per garantire ai ragazzi e ai bambini, ma anche ad adolescenti, degli spazi in sicurezza, dei bunker in cui possono sia giocare che apprendere, per avere una continuità educativa e didattica anche durante un fenomeno terribile come la guerra».

Il calendario

Come spiega Antonio Federico: «Sì è una bella responsabilità portare avanti questi progetti, ma lo faccio con molta passione. Dietro ogni disegno c’è sempre un progetto, c’è sempre un messaggio importante che deve arrivare a tutti. Partiamo il nuovo anno con il calendario di Umanità illustrata che è diventato veramente ormai una garanzia perché ogni calendario porta con sé un progetto di solidarietà e di umanità. Quest’anno con l’associazione reggina fatta di donne, e abbiamo creato il calendario 2024. Lo scorso anno il primo calendario, con una causalità, un obiettivo importante quello di aiutare alcune famiglie dell’Argentina e quest’anno, invece, abbiamo deciso di aiutare i bambini che vivono una realtà sfortunata, molto diversa dalla nostra».

L’Umanità illustrata

Umanità illustrata aggiunge: «È una realtà che mi vede coinvolto nel raccontare storie che possono toccare il cuore, che possono sensibilizzare, sia che si tratti di una storia dedicata a un nostro animale domestico, o che si tratti di qualcosa che ha coinvolto magari una comunità intera, fatti che ci scuotono le coscienze, temi importanti che toccano i nostri studenti, i nostri giovani, temi di attualità anche forti ma raccontati sempre con la chiave diretta, immediata come quella del fumetto soprattutto raccontati con quella delicatezza che spero di è tramandare anche a chi legge questi racconti che a volte non sono per niente facili da digerire».

Articoli correlati

top