martedì,Novembre 24 2020

Calciatori del Rieti senza stipendio, a rischio il match con la Reggina

Il club laziale ha proclamato lo stato d'agitazione per la giornata di domenica. Alla base della decisione le difficoltà economiche della società

Calciatori del Rieti senza stipendio, a rischio il match con la Reggina

Rieti-Reggina, il match valido per la quindicesima giornata del campionato di serie C, potrebbe non giocarsi. L’intera rosa del club laziale ieri non si è presentata agli allenamenti. La squadra insieme all’associazione italiana calciatori ha dichiarato lo stato di agitazione e minaccia lo sciopero per domenica. All’origine della protesta la situazione di incertezza economica del sodalizio, rilevato da Italdisel. «La maggior parte dei calciatori ancora oggi, nonostante formale messa in mora – si legge in una nota- non ha ricevuto il pagamento delle mensilità di luglio e agosto 2019 e nessun dipendente ha ancora ricevuto il pagamento della mensilità di settembre 2019. Alla stessa maniera, a nessun calciatore risultano corrisposte le ritenute IRPEF e i contributi previdenziali dovuti per le mensilità scadute. Fino ad oggi l’intera rosa della prima squadra ha continuato ad allenarsi e a giocare con impegno e spirito di sacrificio, per rispetto verso la città e verso i tifosi».Per tali motivi l’Aic e i calciatori del Rieti dichiarano lo stato di agitazione e preannunciano, sin d’ora, lo sciopero per la giornata di domenica 17 novembre. «Auspichiamo – conclude il comunicato congiunto – che la società, posto il preavviso di sciopero, adempia al pagamento delle somme contrattualmente dovute per tutte le mensilità ad oggi maturate entro la giornata di venerdì, in modo così da evitare l’esercizio del diritto di sciopero».