Reggio Calabria piange la scomparsa del coach Nuccio Geri

Lo storico allenatore di basket ha accompagnato migliaia di atleti nella loro crescita non solo sportiva. Si era detto pronto a tornare ad allenare
Lo storico allenatore di basket ha accompagnato migliaia di atleti nella loro crescita non solo sportiva. Si era detto pronto a tornare ad allenare

Reggio Calabria questa mattina si è svegliata con una notizia che colpisce l’intero mondo del basket, ma non solo: lo storico coach reggino Nuccio Geri ci ha lasciato.

Allenatore benemerito, premiato dalla Fip solo poco tempo addietro, Nuccio Geri era colui il quale ha sempre incarnato, in tutte le compagini in cui è stato, il vero spirito del coach di basket. E non certo solo per un aspetto tecnico, sul quale, pure, Nuccio era decisamente preparato. Ma perché ha forgiato generazioni di atleti contribuendo a farli diventare anche uomini, lavorando sull’aspetto mentale e inculcando quella mentalità vincente di atleta disposto a fare dei sacrifici con spirito di responsabilità.

Scrupoloso nel corso degli allenamenti, quanto disponibile a dispensare consigli di ogni genere, il papà di Milo Geri ha rappresentato davvero una guida insostituibile per migliaia di ragazzi reggini che oggi ne ricordano le qualità sui social, con vero dolore.

Di recente, nel corso di una intervista a Reggioacanestro.it, dice come il basket, complice l’emergenza Coronavirus, gli mancasse tantissimo, così come non si capacitava di dover rimanere lontano dai suoi ragazzi. Si era detto pronto a tornare a fare ciò che amava di più: allenare. Purtroppo, in un giorno di fine luglio, la vita di Nuccio Geri si è fermata all’improvviso. Non la sua eredità, che continuerà a vivere nelle menti e nei cuori di tutti i ragazzi per i quali rimarrà “il coach”.