venerdì,Ottobre 30 2020

Canoa, il reggino Giovanni Penato (atleta del Canoa Kayak Club): è tra i 6 migliori d’Italia

Dopo aver superato brillantemente le batterie eliminatorie e le semifinali ha conquistato un ottimo sesto posto sulla distanza dei 1000 metri e un settimo posto nella gara sui 500 metri

Canoa, il reggino Giovanni Penato (atleta del Canoa Kayak Club): è tra i 6 migliori d’Italia

Il reggino Giovanni Penato, atleta del Canoa Kayak Club città di Reggio Calabria, unico club calabrese, ha conquistato il sesto posto nei campionati italiani all’Idroscalo di Milano.

Si sono appena conclusi i campionati italiani di canoa velocità 2020, organizzati dalla Federazione Italiana Canoa Kayak e l’ASD Idroscalo Club. L’evento, disputato presso il miglior campo di gara d’Italia, l’idroscalo di Milano, ha visto la partecipazione di 98 club in rappresentanza di tutta Italia con la presenza di oltre 850 atleti suddivisi tra le categorie Ragazzi, Junior, Under 23 e Senior.

L’unico Club a rappresentare la Calabria ancora una volta il CKC Reggio Calabria, che ha schierato il campione italiano uscente Giovanni Penato, questa volta impegnato nella categoria Under 23.

Il forte atleta reggino sempre seguito dal Tecnico e Presidente del CKC Reggio Cosimo Mascianà, ha regalato anche in questo campionato tante emozioni e soddisfazioni. Dopo aver superato brillantemente le batterie eliminatorie e le semifinali ha conquistato un ottimo sesto posto sulla distanza dei 1000 metri e un settimo posto nella gara sui 500 metri. Mentre la competizione nella gara di velocità dei 200 metri si è conclusa per un soffio in semifinale.

Il CKC Reggio ha anche schierato gli equipaggi femminili a testimonianza che la canoa al femminile esiste ed è da sempre presente anche in Calabria. Infatti, Lisa Serranò e Mariafrancesca Battaglia hanno conquistato un meritato settimo posto nella finale del K2 metri 200.

Soddisfatto per la trasferta il tecnico e presidente della CKC Reggio. «Questi atleti come tanti hanno vissuto un anno particolare a causa del covid-19. Fermarsi per circa tre mesi senza potersi allenare nè in acqua, nè in palestra non è stato bello, però alla fine grazie ad un lungo periodo di ritiro a Lorica sulla Sila, siamo riusciti a recuperare e a portare a termine questa dura competizione» ha affermato infatti Mascianà. «Giovanni Penato appena diplomato e con poche settimane di allenamento ha dimostrato di essere un talento – ha aggiunto – che spero possa scrivere altre belle pagine di storia per la canoa e lo sport calabrese».