sabato,Gennaio 16 2021

Reggina, falsa partenza per Baroni. Al “Granillo” passa il Cittadella: 1-3

Liotti illude gli amaranto, poi si fa espellere. I veneti ringraziano e dilagano con Proia, Tsadjout e Branca

Reggina, falsa partenza per Baroni. Al “Granillo” passa il Cittadella: 1-3

Inizia con una sconfitta l’avventura di Marco Baroni sulla panchina della Reggina. Gli amaranto, decimati dalle assenze e nonostante un buon primo tempo, subiscono la “remuntada” del Cittadella al “Granillo”, finendo l’ennesima partita in inferiorità numerica e pagando a caro prezzo episodi sfortunati ed errori individuali. Eppure le cose sembravano mettersi bene per i padroni di casa, passati in vantaggio con un colpo di testa di Liotti che prende in controtempo Kastrati su preciso cross di Rivas. La svolta per gli ospiti arriva poco prima dell’intervallo. Lafferty tocca con la mano il pallone in area di rigore. Dal dischetto Tsadjout si mantiene freddo e spiazza Plizzari.

Il match si mantiene su buoni ritmi anche nella ripresa con la squadra di Venturato che si mostra più intraprendente e sfrutta subito al meglio un pasticcio difensivo di Plizzari e Stavropulos: Proia ringrazia e mette a segno il suo secondo gol in campionato. Come un film già visto in questo campionato alla Reggina saltano i nervi e Liotti rovina una positiva prestazione rimediando un’espulsione per un bruttissimo fallo ai danni di Vita. Gli ingressi di Mastour e Folorunsho non cambiano l’inerzia del match. Anzi è il Cittadella a dilagare calando il tris con Simone Branca che sfrutta al meglio un rinvio maldestro della difesa calabrese.

REGGINA-CITTADELLA 1-3

Marcatori: 21′ Liotti (R), 39′ Tsadjout (C), 52′ Proia (C), 70′ Branca (C)

Reggina (4-4-2): Plizzari; Delprato, Loiacono, Stavropoulos, Di Chiara, Rolando (78′ Peli), De Rose (66′ Folorunsho), Crisetig (83′ Bianchi), Liotti; Rivas (83′ Vasic), Lafferty (66′ Mastour). A disposizione: Farroni, Guarna, Gasparetto, Marcucci. Allenatore: Baroni.

Cittadella (4-3-1-2): Kastrati; Perticone, Adorni, Camigliano, Donnarumma; Proia, Branca (85′ Grillo), Gargiulo (43′ Iori); Vita (71′ D’Urso); Tavernelli (71′ Rosafio), Tsadjout (71′ Ogunseye). A disposizione: Plechero. Allenatore: Gorini.

Arbitro: Luca Massimi di Termoli (Giacomo Paganessi di Bergamo e Gianluca Sechi di Sassari). Quarto ufficiale: Daniel Amabile di Vicenza.

Note – Ammoniti: De Rose (R), Donnarumma (C), Perticone (C), Stavropoulos (R). Espulso: al 58′ Liotti (R) per gioco pericoloso. Calci d’angolo: 2-4. Recupero: 1’pt; 5’st.