sabato,Gennaio 16 2021

Boxe, Amira Cannizzaro torna sul ring e spaventa la campionessa Meinke

L'avvocatessa reggina ha sfidato in Germania una delle avversarie più temute nel panorama pugilistico tedesco

Boxe, Amira Cannizzaro torna sul ring e spaventa la campionessa Meinke

A Magdeburg (Germania), il 12 dicembre scorso si è disputato
l’attesissimo match di boxe femminile nella categoria Pesi Super Gallo. Angela Cannizzaro (in arte Amira), avvocatessa reggina e campionessa del
Mondo di Bo vexersione Ubc, è ritornata in grande forma sul ring di
Magdeburg per sfidare la campionessa europea, la tedesca Nina Meinke
decima in ranking mondiale, avversaria molto temuta nel panorama
pugilistico tedesco. La Meinke fino a quel dì aveva alle spalle 13 match
da professionista di cui 10 vinti, 3 per KO.

La campionessa reggina Amira facente parte della scuderia del manager Mirko Parisi, dopo un periodo di dura preparazione e allenamento, seguita dal coach Antonio Bartolo dell’omonimo Team Boxe Bartolo e dal preparatore atletico David Lombardo, ha sbalordito il pubblico tedesco e non solo, visto che il Match è stato trasmesso in scala mondiale su TV e social.

Che il match fosse vinto dalla giovane e potente Nina Meinke, già
campionessa mondiale nella categoria Youth, ce lo si aspettava, ma non
ci si aspettava che la campionessa mondiale UBC Amira potesse dar filo
da torcere
alla Meinke, conducendo potentissimi colpi andati a segno al
corpo e al viso dell’avversaria e reggendo tutte le 8 riprese senza mai
mostrare alcun segno di cedimento. Il match, vinto ai punti dalla
campionessa tedesca, e vista la caratura sportiva delle due avversarie
ha incuriosito ed entusiasmato il panorama sportivo nazionale ed
internazionale che ha assistito ad una nuova e sorprendente Amira
Cannizzaro, e che a detta dei più grandi esperti del settore ha
disputato il miglior match della sua carriera, sotto il profilo atletico
e tecnico, concentrati in forza, potenza e velocità.

Amira, grazie al suo rientro sul ring di Magdeburg, ha ottenuto cosi la
possibilità di poter sfidare le prime 5 pugili in classifica mondiale
nei prossimi mesi. Grande trionfo, grande gioia e grande emozione della
Cannizzaro e del suo preparatore Antonio Bartolo, grande onore per la
città di Reggio Calabria.