lunedì,Gennaio 25 2021

La Viola cede il passo alla capolista Taranto. Al PalaFiom 74-64 per i padroni di casa

Nel quarto periodo con la Viola che paga la situazione falli che la costringe a difendere a maglie larghe e non riesce a pungere in attacco

La Viola cede il passo alla capolista Taranto. Al PalaFiom 74-64 per i padroni di casa

Si chiude con una sconfitta la seconda trasferta di fila, per la Viola, contro una delle capoliste: la Cus Jonico Taranto. La gara si apre con Sebrek che fa 2 bombe e tanta buona difesa, Taranto si fa sentire da sotto e dall’arco con l’ex Azzaro e con il solito Morici.

In apertura del secondo quarto subito bomba dell’attivo Duranti, autore a fine gara di ben 19 punti. Il doppio fallo in attacco di Prunotto costringe coach Bolignano al time out immediato. Taranto sfrutta la maggiore energia fisica e riesce a trovare spesso l’uomo libero, complice la complicata situazione falli dei neroarancio. Ritmi blandi da entrambi i lati in difesa consentono alla Viola il rientro, prima con lo step back da 2 punti di Genovese, poi con la bomba dall’angolo di Gobbato.

A 3 minuti dal riposo lungo il punteggio è di 33 – 30. Sostanziale equilibrio, ma il veterano Stanic non ci sta e sul finale mette la bomba del 40-37. Nel terzo quarto è proprio Stanic a guidare i suoi con una partita maiuscola che consente a Taranto l’affondo sul +11. La Viola non riesce a reagire pienamente alla pioggia di bombe di marca pugliese. Si va all’ultima frazione con la formazione rossoblu a più 9.

Il trend continua nel quarto periodo con la Viola che paga la situazione falli che la costringe a difendere a maglie larghe e non riesce a pungere in attacco. A poco vale il tentativo di rimonta finale. Termina 74-64 in favore dei padroni di casa.