mercoledì,Febbraio 28 2024

Impianti sportivi a Reggio, oltre 2 milioni per il Palapentimele ma restano i problemi di sempre

I fondi sono destinati all'efficientamento energetico ma, a 33 anni suonati, rimangono le infiltrazioni d'acqua

Impianti sportivi a Reggio, oltre 2 milioni per il Palapentimele ma restano i problemi di sempre

Nuova vita per il Palapentimele di Reggio Calabria. La delibera di giunta n. 198 del 21 settembre scorso ha approvato il progetto esecutivo per “Riqualificazione ed efficientamento energetico del palazzetto dello sport comunale”. Grazie ai fondi Agenda urbana ci sarà un finanziamento di 2.169.757,00 euro. L’opera, si legge nell’atto «è garantita dal finanziamento Programma Operativo Regionale POR Calabria FESR FSE 2014/2020 – Intervento AU RC 4.1.1.C “Riqualificazione ed efficientamento energetico del Palazzetto dello Sporto “PalaCalafiore”.

Campionati di basket e di pallavolo, concerti memorabili: tante immagini, momenti di grande gioia e vittorie sul campo. Questo rappresenta il palazzetto per Reggio: un luogo di sport, di aggregazione, di divertimento e di benessere.

I fondi sono destinati all’efficientamento elettrico ma, dopo 23 anni, rimangono le infiltrazioni d’acqua, insieme alle altre problematiche che vengono segnalate in coda al progetto esecutivo e che, se risolte, potrebbero davvero fare dell’impianto uno dei migliori del Sud Italia.

Palapentimele, la storia

Si trova nel polo sportivo così come da mandato elettorale dell’ultima amministrazione. Un luogo in cui dovranno sorgere altri impianti.

«Il Palapentimele è stato concepito come uno dei principali progetti per lo sviluppo dell’infrastruttura sportiva della città di Reggio Calabria. Il complesso architettonico del Palazzetto dello Sport di Reggio Calabria, oggi denominato Palacalafiore, è stato appaltato all’impresa Pratticò S.n.c. a seguito dell’espletamento di Appalto concorso, il cui progetto fu redatto dagli ingegneri Giuseppe Arena e Vittorio Legnani. I lavori sono stati avviati nel 1987 e sono stati ultimati in data 28/11/1989.

L’architettura distintiva dell’impianto sportivo è caratterizzata da linee moderne che si integrano perfettamente con il paesaggio urbano circostante e gli conferiscono una forte connotazione. Le sue dimensioni ne fanno una degli impianti sportivi indoor più importanti d’Italia. Esso si estende su una superficie di circa 11.000 metri quadrati e può ospitare fino a 8.000 spettatori» si legge nel progetto esecutivo.

Sport ed eventi live

Storicamente «concepito come un centro polisportivo e culturale multifunzionale in grado di ospitare eventi sportivi di alto livello, tra cui incontri di basket, pallavolo, pallamano e altre discipline. Le dimensioni delle arre di gioco ed il complesso e razionale impianto delle tribune offrono agli spettatori una visione ottimale da ogni ordine di posti. La struttura ha ospitato per decenni competizioni sportive di livello regionale, nazionale e internazionale, fornendo un ambiente adeguato per l’allenamento e la partecipazione di atleti di diverse discipline. Il Palapentimele ha anche svolto un importante ruolo di promozione dell’attività sportiva ed è stata utilizzata anche come location per eventi live nell’ambito di importanti circuiti nazionali».

Gli interventi

L’intervento di sostituzione dell’impianto di illuminazione esistente a favore della tecnologia di lampade a led proposta nel progetto consente un’efficienza dal punto di vista energetico, riducendo così i costi di elettricità e l’impatto ambientale. L’intervento di sostituzione degli attuali n. 6 boiler elettrici per la produzione acs a servizio degli spogliatoi con i n 4 scaldaacqua a pompa di calore genera un risparmio.

L’intervento di installazione di n. 4 pompe di calore, in sostituzione dei generatori della centrale termica a gasolio, è stato determinato dalla comparazione dei costi di produzione di energia termica tra l’attuale centrale termica e le future pompe di calore. L’intervento di sostituzione delle centrali di trattamento aria ubicate al piano -1, attualmente non funzionanti, consente di migliorare il confort climatico della struttura e ridurre i consumi energetici.

Gli interventi previsti in progetto possono considerarsi virtuosi, nella misura in cui permettono i maggiori risparmi energetici rispetto ai costi di investimento derivanti dalle disponibilità economica messe a disposizione dal finanziamento.

Lo stesso progetto esecutivo prevede «ulteriori interventi che tuttavia presentano importanti problematiche economiche, tecniche e di impatto sulla sicurezza della struttura. Nello specifico si ritiene che per una riqualificazione completa dell’impianto sportivo si dovrebbero successivamente prevedere i seguenti interventi: il rifacimento del quadro generale del palazzetto; adeguamento funzionale il rifacimento dell’impermeabilizzazione della copertura; il ripristino delle facciate fortemente ammalorate con evidenti distacchi dei copriferro delle strutture portanti; l’impianto fotovoltaico per la produzione di energia da fonte rinnovabile; l’impianto solare termico a servizio delle 4 nuove pompe di calore già predisposte all’integrazione dell’alimentazione, il collegamento delle UTA poste al livello interrato con le canalizzazioni dell’impianto aeraulico eseguito nel 2010.

Articoli correlati

top