mercoledì,Febbraio 28 2024

Basket, Viola: sconfitta all’overtime sul campo del Ragusa 105 a 98

Non riesce l’impresa ai reggini che vanno vicinissimi al colpaccio esterno al Palapadua

Basket, Viola: sconfitta all’overtime sul campo del Ragusa 105 a 98

Prima sconfitta esterna per la Pallacanestro Viola. Non riesce l’impresa all’overtime ai reggini che vanno vicinissimi al colpaccio esterno al Palapadua di Ragusa contro una formazione forte, preparata che ha avuto ragione nel complessivo totale grazie ad una splendida serata al tiro dalla lunga.

Reggio, autrice di un inizio di campionato folgorante e probabilmente inaspettato, fa tesoro di quanto di buono fatto, paga una scarsa percentuale ai liberi e l’infortunio occorso al Capitano Thomas Binelli (nulla di grave dalle informazioni pervenute) e proverà a riscattarsi all’interno di un campionato che si preannuncia equilibrato, avvincente e palpitante. Termina 105-98.

La partenza in attacco di Brown e Gaetano compensa l’ottimo sprint di Tyrtyshnyk, che realizza 11 punti in 10’ con tre conclusioni dall’arco. Sorrentino segna un gran canestro uscendo dalla panchina, gli attacchi prevalgono sulle difese e al 5’ una tripla di Cioppa mette un timido possesso fra le squadre (15-12). Nel batti e ribatti Mavric si fa spazio a rimbalzo d’attacco (20-23), Sorrentino impatta da tre, Vavoli chiude un ottimo contropiede ma a mettere la freccia è ancora Brown con un jumper sulla sirena (27-25). La prima metà del secondo quarto è speculare al primo. La Virtus attacca bene col doppio play, ma perde qualche giro in difesa. Il primo a fare la differenza è Calvi: due triple e un recupero difensivo del lungo di Recupido regalano a Ragusa la prima mini-fuga (44-39). Brown segna il +8 contro un tentativo di zona. All’intervallo il tabellone recita 49-43 per la squadra di casa.

Dopo l’intervallo la Virtus sembra averne di più. Si stringono le maglie in difesa e nell’altra metà campo arrivano tiri aperti: Simon e Cioppa puniscono dall’arco, Reggio si riavvicina (59-55) con un minibreak di 0-5, ma poi due canestri di Gaetano – l’ultimo favorito da un assist di Epifani – ridanno margine a Ragusa (65-55 al 28’). Ancora Epifani scarta un cioccolatino per Calvi, che spinge la Virtus sul +12. La tripla di Sorrentino completa un parziale di 11-0 e riscrive il massimo vantaggio (70-55). Un paio di sbavature offensive restituiscono speranza agli ospiti: 70-58 al 30’.

La Viola è squadra quadrata e rimette tutto in discussione: parziale di 7-0. La Virtus si affida a Brown, che ricambia la fiducia con due triple e una penetrazione magistrale per il 78-67 (al 34’). Vavoli segna la tripla del +13, poi è costretto in panchina con cinque falli. Calvi lo segue per un fischio discutibile a rimbalzo d’attacco e Recupido, con Gaetano a quota quattro, deve fare di necessità virtù. Reggio non molla praticamente mai: due canestri di Aguzzoli la riportano a un possesso di distanza (83-80 a 2’ dalla fine).

Botta e risposta fra Gaetano e Mavric. Antisportivo a Sorrentino: Simonetti fa 1/2 ai liberi, Maksimovic piazza la tripla del controsorpasso, ma Simon è devastante dall’angolo: 88-86 Virtus a 22” dalla fine. Tyrtyshnyk fa 2 su 2 dalla lunetta con 10 secondi sul cronometro. L’ultimo possesso di Ragusa si perde con un tiro impossibile di Sorrentino: si va all’overtime.

La Virtus, con il reparto lunghi azzerato (fuori anche l’ex Gaetano), si affida al tiro dell’arco e rimette il naso avanti con le triple di Simon e Brown (94-92). E’ un canestro pesantissimo di Epifani, il primo della sua partita, a scavare il nuovo solco per i padroni di casa: 97-92. Simon segna a 56” dalla fine la nuova tripla del +6 (100-94) decisivo per il più sette finale.

Virtus Ragusa-Viola Reggio Calabria 105-98 d1ts
Virtus Ragusa: Brown 23, Piscetta, Epifani 3, Cioppa 9, Simon 16, Cascone ne, Guccione ne, Vavoli 11, Sorrentino 8, Gaetano 23, Mirabella ne, Calvi 12. All.: Recupido
Viola Reggio Calabria: Aguzzoli 18, Riversata ne, Simonetti 5, Konteh, Maksimovic 16, Mavric 21, Mazza ne, Seck 2, Binelli, Tyrtyshnyk 36, Russo ne. All.: Cigarini
Arbitri: Loccisano di Cosenza e Caputo di Lamezia Terme
Parziali: 27-25; 49-43; 70-58; 88-88.
Note. Usciti per cinque falli: Vavoli, Calvi e Gaetano (Vir), Maksimovic (Vio)

top