lunedì,Maggio 20 2024

La Domotek Volley infiocchetta il primato, tutto il resto è ancora in ballo

In vetta, a battagliare per la postazione dietro l'inarrestabile team amaranto, sono Ciclope Bronte e Paomar Solarino

La Domotek Volley infiocchetta il primato, tutto il resto è ancora in ballo

È stato un weekend, quello del Girone I della Serie B di volley, sotto il segno delle conferme dei valori fin qui espressi dalle squadre in competizione. La fase del campionato è quella determinante per le sorti di ciascuna contendente che, quindi, nessun passo falso può permettersi. A parte la prima posizione, già confezionata ed infiocchettata dalla storica dimostrazione di forza della Domotek Volley Reggio Calabria, che in oltre cinque mesi di torneo si è sempre tenuta alla larga da qualcosa che non avesse la fisionomia del 3-0 e così è stato anche nell’incontro con la Systemia Viagrande, tutto il resto è ancora in ballo. Dal secondo posto, utile per entrare nei playoff, alla disputa per aggrapparsi alla ringhiera pericolante della salvezza.

Solo un paio le formazioni che possono scendere in campo con lo spirito leggero di chi è lontano da obiettivi definiti. In vetta, a battagliare per la postazione dietro l’inarrestabile team amaranto, sono Ciclope Bronte e Paomar Solarino: gli etnei, pur cedendo il secondo set, hanno vinto 1-3 a Bisignano, identico epilogo della partita di andata, conservando, così, due lunghezze di vantaggio sui diretti concorrenti aretusei che, al quarto successo consecutivo, con lo stesso punteggio, 3-1, hanno avuto ragione di una mai arrendevole Tonno Callipo, serenamente settima in graduatoria. Dimostra di voler inseguire ancora il sogno playoff anche la Raffaele Lamezia che, avendo disputato una gara in meno, ha motivi ragionevoli per tentare di ridurre l’attuale gap: 32 i calabresi, 38 Paomar, 40 Ciclope.

Sfruttando al meglio questo convincimento e la spinta di una tifoseria appassionata, i gialloblu, in uno dei match che tradizionalmente regala vibrazioni palpitanti, hanno sconfitto con un 3-0 mai in discussione la Datterino Letojanni, che occupa esattamente la metà della classifica da dove coltivare, pervenuti a questo tornante della Serie B, sogni di gloria è ormai un auspicio irrealizzabile. Il quartetto della speranza è completato dall’Aquila Bronte che, sebbene attardata a 30 punti, è indietro di due match, e, quindi, in una situazione tuttora foriera di aspettative concrete. Sabato aveva da oltrepassare l’ostacolo Costa Dolci Papiro Fiumefreddo e lo ha fatto a piè pari, con un 3-0, che non ammette obiezioni nonostante un terzo parziale in cui gli ospiti avevano guadagnato un vantaggio di sette punti cedendo soltanto al fotofinish. In coda, gerarchie immutate: a centrare il bersaglio grosso è stata la sola Re Borbone che ha capitalizzato la contesa tra le mura amiche contro la Sicily F.lli Anastasi Saponara, ultima con un punto, per accostare la Volley Bisignano a quota 18. E’ quello il limite sotto il quale indugiano le tre al momento destinate a scivolare nel dirupo della Serie C: la Costa Dolci Papiro Fiumefreddo (12), la Systemia Viagrande (9) e la Sicily F.lli Anastasi Saponara, spacciata con a causa di quell’unico punto racimolato.

top