martedì,Luglio 23 2024

Sabato la Domotek Volley Reggio Calabria si alza nel cielo di Bronte per il terzultimo giro prima dei playoff

Dieci vittorie e nove ko il ruolino di marcia degli etnei che sostano in quinta posizione con 33 punti

Sabato la Domotek Volley Reggio Calabria si alza nel cielo di Bronte per il terzultimo giro prima dei playoff

Tre, solo tre pagine da sfogliare e poi per la Domotek Volley Reggio Calabria sarà possibile riporre nel cassetto dei ricordi memorabili la sua prima storica stagione regolare ed aprire il libro, tutto da scrivere, dei playoff. Un paio di capitoli dalla trama intrigante che, sulla scorta di quanto “letto” in sei mesi di campionato, lascia indovinare una appendice coinvolgente come non mai. Intanto, però, per la squadra amaranto, leader incontrastata del girone I della Serie B, è tempo dell’ennesimo attraversamento dello Stretto: avversaria, alle 19 di sabato al Palasport “Meli”, l’Aquila Bronte Volley, che da settimane, complice qualche sconfitta di troppo (ultima quella nel derby contro la Ciclope) ha abbandonato definitivamente le velleità ambiziose di inizio stagione.

Dieci vittorie e nove ko il ruolino di marcia degli etnei che sostano in quinta posizione con 33 punti, lontani sedici lunghezze dalla seconda, ventiquattro dalla capolista matematicamente certa del primo posto. Uno score insufficiente per tenere testa a chi sta davanti. Il confronto al PalaCalafiore, classico 3-0 (25-20, 25-17, 25-16) prescritto dai ragazzi terribili di coach Polimeni, fu l’ultimo prima della lunga sosta natalizia. In quella fase del torneo, fu, a tutti gli effetti, un big match: il team di mister Cartillone stava masticando amaro a causa di un doppio stop incassato a Lamezia Terme e nella stracittadina, ma il tracollo che ne seguì non era facilmente preventivabile alla luce delle precedenti otto affermazioni con le quali aveva dato fuoco alle polveri della competizione. Trascorso un girone intero, il distacco si è esteso smisuratamente ed il compito assegnato ai calabresi è ora quello di rifinire le minuzie per alzare ancora di più il livello, già eccellente, di gioco per lievitare nel momento decisivo: quello dei playoff, compimento ideale di un’annata che merita di essere bagnata dal risultato supremo.

Allenarsi non badando alla lingua parlata dalla graduatoria, fissando come unica priorità la preparazione ottimale degli ultimi match e sapendo che una qualsiasi gara può diventare una matassa complicata da sbrogliare: è questa la ragione per cui nello spogliatoio reggino ogni singolo allenamento durante ogni settimana è stato oggetto di massimo impegno. Tutti i giorni, secondo quanto prevede la dottrina di coach Polimeni, sono occasioni da cogliere per ottimizzare ed armonizzare il modo di stare in campo dei ragazzi che, pur nell’esaltazione di quanto riuscito fin qui, si sono tenuti sempre stretti alla boa della consapevolezza che il meglio deve ancora venire. Sul cartellone del ventiquattresimo turno sono trascritti in grassetto un paio di incroci che chiariranno, forse in maniera risolutiva, chi guadagnerà il secondo talloncino per essere ai playoff e chi, suo malgrado, dovrà chiudere le valigie per intraprendere il mesto viaggio verso la Serie C: Paomar Volley SolarinoBisignano Group e Tonno Callipo Vibo ValentiaCiclope Volley Bronte saranno, in questo senso, determinanti per il futuro prossimo delle contendenti.

Con animo ancora speranzoso sarà un sabato di passione per la Costa Dolci Papiro Fiumefreddo, terzultima, che affida le residue possibilità di salvezza alla sfida casalinga contro la Re Borbone Palermo. Completa il programma del fine settimana il confronto tra le ultime due della classe: Systemia Viagrande e Sicily F.lli Anastasi Villafranca. Ferme per un break Datterino Volley Letojanni e Raffaele Lamezia.

top