venerdì,Novembre 27 2020

Metalmeccanici, giovedì sciopero davanti allo stabilimento Hitachi di Reggio

In tutta la regione i metalmenccanici scioperano 4 ore per il rinnovo del contratto nazionale Federmeccanica –Assistal scaduto ormai da 10 mesi

Metalmeccanici, giovedì sciopero davanti allo stabilimento Hitachi di Reggio

Giovedi 5 Novembre, ad un anno esatto dalla presentazione della piattaforma contrattuale, i metalmeccanici, anche in Calabria come in tutto il Paese, scioperano 4 ore per il rinnovo del contratto nazionale Federmeccanica –Assistal scaduto ormai da 10 Mesi. Lo annunciano le segreterie regionali di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil.

 In Calabria, nell’ambito delle 4 saranno tre i sit-in che si svolgeranno nel rispetto rigoroso di tutte le prescrizioni anticontaggio: a Cosenza in Piazza XI Settembre –davanti la PREFETTURA – dalle ore 10 alle 12; a Reggio Calabria , nell’area antistante lo stabilimento HITACHI dalle 10 alle 12; a Vibo Valentia, nell’area industriale dalle ore 10 alle ore 12.

In particolare lo sciopero vuole essere una risposta alla intransigenza di Federmeccanica e Assistal che stanno impedendo la trattativa per il rinnovo del CCNL, in Calabria unico baluardo di tutela salariale e dei diritti nel lavoro. Lo sciopero pone al centro questioni fondamentali come: la difesa dell’occupazione ed il rilancio dell’industria metalmeccanica; l’aumento del salario, il miglioramento del welfare, dei diritti e delle tutele; la salute e la sicurezza dei lavoratori; la stabilizzazione dell’occupazione precaria e l’introduzione della clausola sociale nei cambi appalti; la contrattazione dello smart-working e della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; il rilancio delle politiche di investimento nel Mezzogiorno ed in Calabria.

Nel quadro generale di profonda preoccupazione per l’evoluzione negativa della pandemia covid19 i metalmeccanici calabresi insieme a FIM –FIOM e UILM hanno chiaro che conquistare il rinnovo del CCNL serve ad impedire che le criticità e le debolezze del tessuto industriale vengano scaricate tutte sul lavoro. Fim –Fiom –Uilm fanno appello a tutti i lavoratori e le lavoratrici matelmeccanici calabresi di aderire allo sciopero, di mobilitarsi, di partecipare compattamente .