martedì,Novembre 30 2021

Usb Reggio, assemblea organizzativa in vista del No Draghi Day

Il sindacato di base chiarisce che «Con la mobilitazione del 4 dicembre il sindacalismo conflittuale intende rilanciare la sua piattaforma di lotta. No ai licenziamenti e alle privatizzazioni»

Usb Reggio, assemblea organizzativa in vista del No Draghi Day

Riceviamo e pubblichiamo:

Dopo il riuscito sciopero unitario dell’11 ottobre, il sindacalismo conflittuale e di base lancia una giornata di protesta nazionale per il 4 dicembre: il No Draghi Day!

Anche a Reggio Calabria le realtà presenti nel territorio (USB, Orsa, Cobas, FuoriMercato) scenderanno in piazza e invitano a un’assemblea organizzativa che si terrà martedì 23 novembre alle ore 18 presso la sede di USB Reggio Calabria, in Via D.Muratori 52.

La Legge di Bilancio prodotta dal governo Draghi conferma il nuovo e pesante attacco alle condizioni di vita dei settori sociali più deboli del paese, mentre stanzia ulteriori risorse per le grandi imprese e le rendite finanziarie.

Gli aumenti dei prezzi delle materie prime e dell’energia provocano un rincaro delle bollette e del caro vita che colpiscono lavoratori e lavoratrici, che hanno salari bloccati da contratti non rinnovati, pensionati e ancor peggio gli strati più poveri della popolazione, come i pensionati al minimo o i percettori del reddito di cittadinanza.

Con la mobilitazione del 4 dicembre il sindacalismo conflittuale intende rilanciare la sua piattaforma di lotta. No ai licenziamenti e alle privatizzazioni. Lotta per il salario e il reddito garantito. Cancellazione della Legge Fornero, contrasto al carovita e ai diktat dell’Unione Europea. Rinnovi contrattuali e lotta alla precarietà per la piena occupazione. Forti investimenti per scuola, sanità, trasporti e previdenza pubblica, contro le spese militari e le missioni all’estero, a favore di una necessaria spesa sociale. Per un fisco equo che aggredisca le rendite e riduca le disuguaglianze sociali.

Usb Reggio Calabria

top