sabato,Gennaio 28 2023

Statale 106, Biondo (Uil) torna alla carica: «Per avviare i lavori serve volontà politica»

Continua il botta e risposta con la senatrice Minasi sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto: «Cosa pensa la parlamentare reggina dell’autonomia differenziata?»

Statale 106, Biondo (Uil) torna alla carica: «Per avviare i lavori serve volontà politica»

«La polemica strumentale non ci appartiene e tantomeno ci appassiona. Rispetto al Ponte sullo stretto la posizione della Uil, è cristallizzata, negli anni». È la secca risposta di Santo Biondo, segretario regionale della Uil, alle parole della senatrice Tilde Minasi che, proprio sulla tematica del Ponte, aveva invitato il sindacalista a pensare a fare bene il suo mestiere.

«Noi riteniamo che nel frattempo, che in questi tempi di crisi sociale ed economica, chi ne ha le competenze, spieghi al Paese e alla Calabria – incalza Biondo – con quante e quali risorse si potrà realizzare il Ponte sullo Stretto; dei tanti progetti realizzati negli anni ad esso riferiti, a quale fare riferimento; in quanto tempo l’importante infrastruttura sarà realizzata».

Per il segretario regionale ci sarebbe poi una infrastruttura da realizzare, la Ss106, che attende solo di essere finanziata. «Infatti in riferimento alla Statale Jonica – argomenta – benché esiste già un progetto e una quantificazione del costo, ad oggi è mancata esclusivamente la volontà politica a realizzare una infrastruttura, che se costruita darebbe una mano epocale per lo sviluppo sociale ed economico della nostra regione. Pertanto al Ministro Salvini, chiederemo di parlare soprattutto di questo»

Numeri alla mano Biondo ricorda che l’85% della Strada statale 106 ricade nel territorio calabrese per 416 km, ma solo il 17,7% è ammodernato contro i 76 km ricadenti nelle regioni limitrofe che hanno il 100% dell’infrastruttura ammodernata con 2 carreggiate, ossia 4 corsie.

Allo stato attuale, poi, il segretario regionale della Uil sottolinea che i chilometri completati sono 59,7 (Reggio Calabria, Locri-Roccella Jonica, Crotone, Roseto Capo Spulico-Rocca Imperiale); che i lavori in corso ne interessano 41,3 (Palizzi, Sibari, Roseto Capo Spulico); che i chilometri con progettazione avviata sono 180,3 (Ardore-Locri, Roccella Jonica-Caulonia, Simeri Crochi-Crotone, Crotone-Cirò, Cirò-Mandatoriccio, Mandatoriccio-Rossano, Rossano-Sibari) e, infine, che le tratte restanti ammontano a 133,7 chilometri (Reggio Calabria-Palizzi-Ardore, Caulonia-Squillace).

«Dalla calabrese Minasi, invece, sarebbe interessante ascoltare cosa ne pensa rispetto al progetto di Regionalismo differenziato, che il suo partito – contrattacca Biondo – vorrebbe realizzare a danno del mezzogiorno e della Calabria».

Articoli correlati

top