martedì,Novembre 29 2022

Confindustria a Reggio, l’importanza del microcredito in tempo di crisi – VIDEO

Nel convegno anche la presentazione dello sportello territoriale per il microcredito sociale di impresa, organizzato dal Comitato Regionale Piccola Industria di Unindustria Calabria

Confindustria a Reggio, l’importanza del microcredito in tempo di crisi – VIDEO

Creazione e sviluppo d’impresa, sviluppo produttivo reggino, accesso al credito, strumenti di sviluppo delle Pmi, al centro del convegno di oggi pomeriggio nei saloni di Confindustria a Reggio Calabria. Ad aprire i lavori il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico Vecchio che ha evidenziato l’importanza del microcredito nella situazione attuale. È intervenuto poi Stefano Poeta, presidente dell’Ordine di commercialisti di Reggio.

Come chiarito da Daniele Diano, presidente Comitato regionale Piccola Industria Unindistria Calabria: «Se è vero che l’ossatura della nostra economia è formato da piccole e medie imprese, l’assunto è ancora più vero nella nostra città dove le piccole imprese sono microimprese.

Per questo talvolta hanno una struttura patrimoniale molto limitata, poco solida che non offre le dovute garanzie al sistema bancario tradizionale. Per questo siamo riusciti a mettere in contatto le piccole imprese con l’ente nazionale del microcredito che si rivolge a loro che magari non sono abbastanza forti dal lato della patrimonializzazione ma che magari hanno grandi idee che possano essere accompagnate verso uno sviluppo che può dare lavoro, non soltanto per loro stesse ma che si riflette in positivo su tutta la città».

Microcredito, ecco come funziona

Nel convegno si è discusso in particolare di “Microcredito nella Pianificazione degli investimenti delle microimprese“. Marco Paoluzi, responsabile area finanza Ente nazionale per il microcredito ha puntualizzato che «non si tratta di un progetto di finanziamento per attività imprenditoriali, ma è uno strumento finanziario a tutti gli effetti, inserto nel Testo unico bancario del nostro Paese e serve per aiutare le idee imprenditoriali a diventare realtà.

Chiunque voglia realizzare un idea imprenditoriale può fare questo tipo di percorso di valutazione, in cui troverà due elementi fondamentali: intanto è una garanzia pubblica dello Stato che garantirà la richiesta all’80% ni confronti della banca che sarà disponibile ad erogare il credito e poi riceverà obbligatoriamente un’attività di assistenza dei tutor del microcredito, che renderanno l’idea concreta, percorribile e vincente». Grazie al microcredito sono nate circa 20mila nuove attività imprenditoriali.

L’incontro è stato l’occasione per presentare il nuovo sportello territoriale per il microcredito sociale di impresa, organizzato dal Comitato Regionale Piccola Industria di Unindustria Calabria. Importante e proficua la presenza di Pasquale Lampugnale, vice presidente Piccola Industria Confindustria. «Il microcredito è uno strumento fondamentale soprattutto in un momento come questo in cui le pmi vengono da due anni di pandemia e da una crisi energetica fortissima che sta determinando gravi criticità soprattutto per le imprese più piccole.

Il binomio credito e sviluppo economico in questo momento è fondamentale, considerando che abbiamo prospettive di crescita zero per il 2023. La paura è che possa rallentare anche la macchina del credito. Possiamo testimoniare le misure che, come Confindustria, portiamo avanti in questi anni difficili, e quelle che potrebbero essere le prospettive di crescita attraverso l’utilizzo sistematico di strumenti di credito».

Articoli correlati

top