martedì,Aprile 23 2024

Reggio, i giovani di Confindustria uniti per il rilancio del territorio

Il presidente Salvo Presentino ha riunito otto categorie diverse di professionisti

Reggio, i giovani di Confindustria uniti per il rilancio del territorio

«Se la strada che percorreremo in questi anni, la faremo insieme magari si arriverà prima all’obiettivo». Queste le parole del presidente dei Giovani di Confindustria Reggio Calabria, Salvo Presentino, che ha riunito, nella sala conferenze della sede reggina degli industriali, otto categorie diverse di giovani, tra agricoltori, professionisti, imprenditori, per discutere di territorio, ma anche di nuove prospettive. «Gli avvenimenti che stiamo vivendo, tra l’arrivo di Ryanair e il ponte sullo stretto, le problematiche diverse dell’area metropolitana, il dibattito sul bergamotto, sono i motivi fondamentali della riunione di oggi. Tra idee ed eventuali soluzioni, che sottoporremo all’amministrazione, alla politica in generale dell’aria metropolitana, siamo uniti per dare una mano concreta al nostro territorio, insieme, quindi, per arrivare prima all’obiettivo».

Entusiasmo condiviso da tutti i presidenti presenti all’incontro. «Abbiamo incentrato questo incontro, sull’accoglienza e sul turismo – ha ribadito Paolo De Stefano, presidente di Confcommercio Giovani -. L’arrivo di una nuova compagnia aerea, l’eventuale ponte sullo stretto, sono eventi che noi stiamo aspettando, e che vogliamo essere pronti ad affrontare, nel migliore dei modi, ecco perché diventa fondamentale il confronto con le altre categorie».

Caterina Brianti, presidente Associazione Giovani Consulenti del Lavoro Reggio Calabria. «Anche noi abbiamo accolto l’invito molto volentieri. Quello che è emerso è la profonda volontà da parte di tutti, di fare qualcosa per il territorio, quindi non soltanto di rimanere a Reggio Calabria, ma, soprattutto, di cercare di mettere in campo degli eventi, delle attività, per far tornare i giovani, e fare in modo che questo territorio possa svilupparsi e portare nuova linfa».

Francesco Alati presidente ADI Calabria. «È importante costruire una precisa identità attorno alla Calabria, per accogliere turisti ma anche per creare opportunità per i tanti Giovani, che hanno scelto di andare fuori, ma che rientrando possono certamente contribuire alla valorizzazione del nostro territorio. Dobbiamo sfruttare queste nuove opportunità che si stanno presentando, per tentare di rilanciare e di portare nuove presenze sul territorio».

Francesco Bilardi delegato Provinciale Coldiretti Reggio Calabria. «Tra le varie tematiche trattate abbiamo voluto dare spazio anche al discorso legato al bergamotto di Reggio Calabria, che rappresenta la nostra identità territoriale. Noi, come Coldiretti, chiediamo la DOP, la massima espressione di denominazione di certificazione, e speriamo che in brevi tempi possa arrivare».

Nicola Irto presidente ANCE Giovani Reggio Calabria. «Un primo incontro cui ne seguiranno tanti altri, da cui ci auspichiamo che sarà l’inizio di collaborazioni proficue con tutti con tutte le associazioni di categoria del territorio reggino».

top