giovedì,Gennaio 27 2022

Il Natale di Bagnara si accende con la festa del Torrone

Nel weekend dell'Immacolata la rassegna promossa dall'Amministrazione Comunale. Frosina: «Eccellenza riconosciuta in tutta Italia»

Il Natale di Bagnara si accende con la festa del Torrone

Si terrà a Bagnara Calabra sabato 7 e domenica 8 dicembre la “Festa del Torrone”, promossa dall’Amministrazione Comunale della cittadina della Costa Viola, e patrocinata dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria. L’inizio è previsto per le ore 16.30 e si andrà avanti fino alle 23.00. Nel corso della due giorni oltre alla degustazione del torrone, l’esposizione di prodotti provenienti dalle pasticcerie e dalle fabbriche cittadine, concerti, intrattenimento per i bambini, luci, giochi, musica e la dimostrazione negli stand, allestiti lungo il Corso Vittorio Emanuele, della preparazione del dolce tipico bagnarese. Apertura della festa che tocca all’Orchestra di Fiati Città di Bagnara, a seguire artisti di strada e i zampognari di Cardeto animeranno la festa. In Piazza Matteotti, oltre all’area informativa e comunicazione, ci sarà l’esposizione dei produttori di mandorle e miele, ingredienti principali per la produzione del torrone.

«L’evento – ha spiegato il sindaco Gregorio Frosina – fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, ha coinvolto dieci torronai, e vuole essere un ulteriore momento di promozione e valorizzazione di un’eccellenza conosciuta in Italia e nel mondo. Dal 2014 è il primo torrone Igp per le varietà Martiniana e Torrefatto glassato, e questo ci inorgoglisce, ma allo stesso tempo impegna tutti a dare il massimo per tenere alto il nome di un prodotto che esalta Bagnara e la Calabria intera». Anche il vicesindaco, con delega al turismo, Mario Romeo auspica «che tutto possa riuscire al meglio per una festa pensata per l’intera città, e che vede come protagonista assoluto il dolce più conosciuto e rinomato di Bagnara». A sostenere l’iniziativa anche l’Associazione Commerciati di Bagnara Calabra, che con il Commissario Domenico Soldano, ha preso l’impegno di illuminare il lungomare, e di fornire supporto alla manifestazione con alcuni spettacoli.

La prima fabbrica di torrone in Calabria è stata fondata proprio nella cittadina della Costa Viola nella metà del 1800, da Francesco Antonio Cardone. Nel 1895 l’azienda diventò addirittura fornitrice ufficiale della Casa Reale. I principali ingredienti del torrone sono le mandorle, il miele e l’albume d’uovo, materie prime che in Calabria sono di prima scelta. Il miele di arancio calabrese è particolarmente aromatico e ricco di zuccheri. Il segreto della bontà del torrone di Bagnara sta forse nella giusta cottura, che dura molte ore, oltre che nell’indiscussa maestria di chi lo lavora.

Articoli correlati

top