domenica,Maggio 26 2024

Treviso, il pane della Locride protagonista in Veneto. Prodotto identitario per gusto e benessere

I sindaci di Platì, San Luca, Africo e Canolo al convegno “Il cammino del pane dalla Locride al Veneto – Itinerario europeo e mediterraneo”

Treviso, il pane della Locride protagonista in Veneto. Prodotto identitario per gusto e benessere

Il pane della Locride, prodotto d’eccellenza del territorio, arriva a Treviso, grazie al GAL Terre Locridee in collaborazione con “Officine delle Idee”- Cooperativa sociale, promotrice del progetto “Il cammino del pane”, e “Marco Polo” Project. Nell’ambito dell’evento “L’albero del bene – Pane nostro”, organizzato dall’associazione Finnegans-Cultura Mediterranea, con il patrocinio della Camera di Commercio di Treviso-Belluno, insieme a Confcommercio, Assessorato alle Attività produttive del Comune di Treviso, con la partecipazione di Caritas, Comunità di Sant’Egidio e altri enti e associazioni, venerdì 19 maggio, nelle sale della Camera di Commercio di Treviso, in Piazza Borsa, si terrà il convegno “Il cammino del pane dalla Locride al Veneto – Itinerario europeo e mediterraneo”.

Interverranno: il presidente Gal Terre Locridee Francesco Macrì, il direttore del Gal Terre Locridee Guido Mignolli, il consigliere d’amministrazione del Gal Terre Locridee Ettore Lacopo, il presidente del “Marco Polo” Project Pietrangelo Pettenò, il project manager de “Il Cammino del Pane” – Officine delle Idee Antonio Blandi, i sindaci di Africo, Domenico Modaffari, di San Luca, Bruno Bartolo, di Canolo, Rosario Larosa, di Platì, Rosario Sergi, il professore Giacomo Petrarca dell’Università San Raffaele di Milano, la Coordinatrice Slow Wine Veneto Patrizia Loiola, l’imprenditore della ristorazione Lello Ravagnan, il presidente dell’associazione Maestri dello Spiedo Remigio Villanova, il giornalista e scrittore Reza Rashidy; modera Chiara Spadaro, geografa e studiosa di Culture del Cibo.

Un percorso del gusto e del benessere, dalla Calabria al Veneto, con un prodotto come il nostro pane di Platì, San Luca, Africo, Canolo, fortemente identitario, essenza reale delle comunità, autentico simbolo per una nuova narrazione dei luoghi, che arriva da radici profonde e passa attraverso la genuinità della sua lavorazione, seguendo la rotta per “Locride 2025”.

Articoli correlati

top