mercoledì,Ottobre 21 2020

Salvini a Taurianova: festeggia Biasi e sfugge alle domande dei cronisti

Il leader della Lega Nord porta sul palco anche Nino Minicuci: «Risultato storico. Le elezioni? Si vincono e si perdono»

Salvini a Taurianova: festeggia Biasi e sfugge alle domande dei cronisti

Di Agostino Pantano – Sul palco di Taurianova Matteo Salvini sale, per festeggiare il successo del sindaco leghista, e si fa accompagnare tra gli altri dal candidato sconfitto a Reggio Calabria, Nino Minicuci. «Nelle elezioni si vince e si perde – commenta a margine – ma intanto qui abbiamo vinto». E’ un leader leghista refrattario alle analisi quello arrivato nella cittadina di 16.000 abitanti che ha in Roy Biasi il primo sindaco salviniano della Calabria.

Entusiasmo, ma anche fischi nella piazza mobilitata dal Coordinamento regionale del Carroccio, per una manifestazione durata mezzora che, come sempre, ha avuto nel suo backstage il tratto più’ interessante. Salvini scappa ai cronisti che gli chiedono conto delle frasi sugli africani e gli omosessuali, pronunciate dal vice presidente della Regione, il leghista Spirli’ ; e tergiversa anche quando gli si chiede delle sconfitte del centrodestra nei due capoluoghi Reggio e Crotone: «Siamo qui per festeggiare un dato storico», dice. Contestatori organizzati con fischietti e striscioni, sistemati in una parte centralissima della piazza, rivolto ai quali Salvini – che spesso ha faticato a soverchiare il timbro dei fischi – ha detto: «siete la solita prova di come la democrazia venga sfruttata a piacere».